Ecco a voi l’attesissima seconda parte della descrizione e stereotipi degli studenti di ogni facoltà.

Gli studenti di Lingue

Facoltà tradizionale, il problema principale è che pur essendo una comunissima 3+2, le materie sono tra loro propedeutiche.

Non passare l’esame di inglese 1, significa non poter fare quello di inglese 2, non passare lo scritto di inglese 2 vuol dire non accedere all’orale.

Non passarli entrambi significa niente inglese 3, 4, 5, 6, 7 e così via… sembra più vicina la morte della laurea.

Gli studenti di Architettura

Reduci anche loro della laurea a ciclo unico, come i medici e i giuristi vedono lontano il traguardo.

“Mai na gioia” il loro motto di vita quando, alle vacanze di Natale devono preferire il plastico da strutturare.

La loro vita sociale si attiene, infatti, a queste opere d’alto pregio alle quali dedicano anima e sangue. Che poi, la togliete una curiosità: questi modellini, dove caspita vanno a finire?

Gli studenti di Farmacia

La facoltà che dovrebbe essere frequentata solo da legittimi eredi di farmacisti e proprietari di farmacie, ma non perché gli altri vadano discriminati eh, ma perché piuttosto ci vuole la consapevolezza che aprire un negozio del genere costa soldi, e soldi, e soldi, e ancora soldi.

Insomma, ereditarne una facilita evidentemente il lavoro e dovreste sincerarvene. Ciononostante siete apprezzabili: i vostri sforzi saranno ripagati.

LEGGI ANCHE: Netflix cerca collaboratori per lavorare da casa: ecco di cosa si tratta

Gli studenti di Scienze Politiche

La facoltà di chi se ne frega dei pregiudizi sulla poca serietà del corso e crede fermamente nella laurea in vista di una carriera diplomatica.

L’alternativa per quelli di giurisprudenza che non ce la fanno, il sogno di chi vuole finire tra i banchi dell’ONU.

Gli studenti in CTF, Biologia, Biotecnologia

Non arrabbiatevi per questo, ma sono le facoltà tappabuchi del mancato accesso alle porte, sempre aguzze, della medicina italiana.

Certo, ci sono anche coloro che lo fanno per passione ma, la maggior parte, sceglie uno di questi corsi per una preparazione che sia il più consona possibile al successivo test di ingresso a medicina.

Quanti, in attesa della successiva prova per diventare medico, si trovano costretti a studiare i cavallucci marini ma avrebbero preferito pascolare capre in Canada?

Gli studenti di Mediazione Linguistica

Una vita destinata a spiegare che non state studiando lingue ma una roba un tantino più tecnica e conversativa.

Non mollate.

Gli studenti di Agraria

Test abilmente condotti dimostrano che è una delle lauree che offre più posti di lavoro in assoluto. Buon per voi!

Gli studenti di Veterinaria

Il destino di chi è cresciuto collezionando le figurine dei piccoli animali.

Un lavoro ammirevole, una bellissima vita all’insegna di cani pelosi e morbidoni, ma anche di pappagalli stronzi e puzzole domestiche.

Gli studenti di Psicologia

La frequentano gli studenti più temibili dell’intero circondario.

Costretti a fare test su test: quando parli con loro non sai bene se stanno conversando o se ti stanno esaminando per la prossima prova su strada.

LEGGI ANCHE: Liceo digitale, si valuta in Senato

Gli studenti del Dams

“Disciplina arti musica e spettacolo”: pensate a quelli che si trovano sul palcoscenico italiano perché figli di un canale YouTube, di una raccomandazione, o di un calcio in culo.

Gli studenti interfacoltà

Sono troppe, davvero. C’è anche la scuola speciale attivisti e bibliotecari.

Insomma non prendetevela a male, ma è impossibile descriverle tutte.

2 commenti

Comments are closed.