Qual’è la cosa a cui pensi quando vuoi sciogliere un nodo in gola o un problema esistenziale? A parte spalmare nutella, qual’è la cosa che il 70 % delle persone fanno per risollevare il morale di una giornata a prova di suicidio?

Esatto, fare shopping. Quanti di noi però, alla fine della vanity fair, hanno speso un patrimonio e portato a casa una camicia? Molti, moltissimi. Conto sempre in rosso e mai nulla da mettere.

Se siete stanchi di condurre una vita da cartone animato, dove tutti ti vedono sempre con la stessa polo bianca e blue jeans allora non puoi perdere le nove dritte per avere un mega guardaroba senza diventare povero:

1) AMICO SARTO

Prima grande regola, non si butta nulla, a meno che non abbiate fatto shopping sotto acidi o dal cingalese sotto casa che vende abiti idrosolubili. Se una cosa non si mette più perchè si è ingrassati o dimagriti basterà rivolgersi a un bravo sarto che rimedierà con una passata di forbici e macchina.

2) CONTATTI GIUSTI

Fondamentale è avere i contatti giusti. L’amica che lavora nella moda, o l’amica dell’amica che conosce uno che lavora nella moda. Per accaparrarsi tutti gli inviti alle svendite più importanti bisogna avere faccia di bronzo. Quelle dove entri a razzo ed esci quasi sempre super convinto di aver fatto gli acquisti giusti.

3) VINTAGE MARKET

I mercati del vintage sono sempre una grande fonte di esclusività a basso costo. Requisito fondamentale è saper scegliere. Se ritieni che il tuo buon gusto si sia fermato alla scelta del gelato quando avevi sei anni, allora ti basterà chiedere l’aiuto di qualcuno che sai, saprà consigliarti al meglio. Le cose più belle (e firmate) si trovano lì e spesso riesci a fare veri e propri affari a bassissimo costo. Se trovi una cosa che ti piace ma non ti va, non temere, c’è sempre il tuo amico sarto a cui rivolgerti (come in punto n.1). Ultimo consiglio, ricordati poi di portare tutto in lavanderia.

4) SALDI

I saldi avvengono due volte l’anno ma vale la pena di aspettare per mettere da parte qualcosina e frusciarsela, facendo la scorta per tutta la stagione. Io evito proprio di entrare nei negozi in tempi non sospetti per non rosicare e farmi prosciugare la carta.

5) OUTLET

Gli outlet sono sempre la meta giusta se hai avuto una giornata difficile e il tuo conto piange. Lì sei sicuro di fare l’acquisto che ti tirerà su il morale senza doverti vendere un rene. Ormai sono disseminati anche in centro città ma quelli pantagruelici, abnormi dei paesini limitrofi, sono per veri professionisti dell’affare.

6) AMICI RICCHI

Non ti chiediamo di fare una macumba sull’amica ricca affinchè ingrassi di botto e sia costretta a darti i suoi vestiti più belli. Ognuno di noi ha l’amico spendaccione e abbiente che ogni due per tre apre le porte dell’armadio per far spazio agli acquisti nuovi ed eliminare i vecchi (magari ancora con cartellino). Ecco, ti basterà presenziare a quelle giornate, offrendoti per dargli una mano. Per ringraziarti elargirà qualcosa, magari proprio quell’abitino sul quale hai emesso un sonorosissimo: “Beeellloooo questoooo, perchè lo elimini?”. Se è abbastanza sveglio e generoso, capirà.

7) INTERNET

Su internet ormai si può comprare qualsiasi cosa. Una mia amica una volta ha digitato “pene” su subito.it per ridere e abbiamo avuto 24 articoli trovati. Dalle scarpe agli abiti, ti basta scegliere e cliccare acquista. Ricordati di urlare quando il pony si presenterà alla tua porta.

8) RUBARE

Ecco questa la sconsigliamo se non si vuole avere problemi con la giustizia ma per qualcuno ha funzionato, ampliando il proprio guardaroba a costo zero.

9) AMICI FASHION BLOGGER

Ultimo e grande consiglio, forse la soluzione che racchiude tutti i punti precedenti, è quello di iniziare ad avere un amico/a fashion blogger. Lui ha infatti inviti alle svendite, sa le date precise e gli indirizzi giusti di outlet e “fuori tutto”, conosce a menadito i mercati del vintage più esclusivi e dei sarti più low cost, ama i saldi, ha un computer e soprattutto ruba. Tutto il resto è noia.