Manca sempre meno alle elezioni del 4 marzo e Trenitalia ha deciso di adottare una politica di sconti per favorire studenti e lavoratori fuorisede.

Quindi se con la scusa di votare volete farvi una scappata a casa, ecco come fare ad ottenere le agevolazioni?

Sconti e agevolazioni a ridosso delle elezioni

I biglietti agevolati possono essere acquistati per viaggi da effettuare nell’arco temporale di 20 giorni a ridosso delle elezioni.

Per il viaggio di andata, si considerano i 10 giorni prima del voto; per quello di ritorno, invece, i 10 giorni successivi.

Quindi, ricapitolando, l’andata non può avvenire prima del 23 febbraio e il ritorno oltre il 14 marzo 2018.

Altra regola: il viaggio di andata deve essere completato entro l’orario di chiusura delle operazioni di voto e quello di ritorno non può iniziare se non dopo l’apertura del seggio elettorale.

LEGGI ANCHE Detrazioni fiscali dell’affitto per studenti fuorisede: ecco le novità

Quanto si risparmia?

Lo sconto viene applicato esclusivamente ai viaggi di andata e ritorno in seconda classe, per tutti i treni del servizio nazionale e per il livello Standard dei Frecciarossa.

Queste le riduzioni:

  • 70% del prezzo Base per i treni media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity e IntercityNotte) e servizio cuccette;
  • riduzione 60% sui biglietti per treni Regionali.

Per usufruire delle riduzioni, al momento dell’acquisto del biglietto, si dovranno esibire:

  • documento di identità;
  • documento/tessera elettorale;
  • timbratura tessera elettorale che attesti l’avvenuta votazione, per il viaggio di ritorno.

Su questa pagina è possibile cercare la stazione o il rivenditore autorizzato più vicino, mentre per ogni altra informazioni basta cliccare su questa pagina di Trenitalia.

LEGGI ANCHE: Prendere una laurea costa: quanto spendono d’affitto i fuorisede?