Gli studenti si sentono più a loro agio a chattare su un gruppo “scolastico” di WhatsApp.

Questo, in poche parole, il risultato di una ricerca sull’approccio di studenti e adolescenti verso le conversazioni virtuali.

Tutto questo perché aiuterebbe ad abbattere differenze e divisioni che si possono creare nella realtà.

LEGGI ANCHE: Internet ci ha cambiato fisiologicamente: lo studio dell’Università di Milano

Chat WhatsApp, come influenzano la vita degli studenti?

Lo studio conferma che sulle chat di gruppo il linguaggio è rapido e informale, il che permette di esprimersi senza imbarazzo né timidezza.

Al contrario, anzi, lo scrivere in totale franchezza aiuterebbe ad essere sé stessi.

Le chat pare accrescano il senso di solidarietà, soprattutto nello scambio di appunti e info utili per lezioni ed esami.

Dunque, occhio a denigrare troppo i gruppi su Whatsapp… anche se a volte rischiano di essere un grosso stress, hanno anche loro dei pregi.

La maggiore libertà che sembrano dare è di certo importante per creare nuove amicizie, coltivarle ed abbattere eventuali barriere.

LEGGI ANCHE: WhatsApp Recall: si potranno cancellare i messaggi. Entro 5 minuti