Sarà Paolo Conte il prossimo professore ad honorem dell’Università di Parma.

Il 16 novembre, infatti, al grande cantautore astigiano sarà conferito il titolo di professore ad honorem in “Linguaggi musicali della contemporaneità”.

La cerimonia è in programma per le ore 18 nell’Aula Magna dell’Ateneo.

L’avvocato-cantautore torna a Parma

Per Conte sarà per certi versi un ritorno in Ateneo: “l’avvocato di Asti” si è infatti laureato in Giurisprudenza proprio all’Università di Parma, nel 1962.

Cantautore tra i più importanti e innovativi del panorama musicale, Paolo Conte ha saputo imprimere un segno indelebile nella storia della musica.

Forte di uno stile inconfondibile, del tutto personale, è stato capace di miscelare sapientemente profondità e leggerezza, ironia e nostalgia, alto e basso.

Il riconoscimento dell’Università di Parma è ulteriore tributo a una carriera straordinaria.

La cerimonia si aprirà con l’introduzione del Rettore Paolo Andrei, seguita dalla lettura della motivazione del conferimento da parte del Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali Diego Saglia.

Subito dopo Paolo Conte riceverà dal Rettore la pergamena di professore ad honorem, appositamente realizzata per l’evento dall’artista Giorgio Tentolini, e chiuderà l’appuntamento con la sua lezione magistrale.

La cerimonia sarà visibile in diretta web sul sito dell’Ateneo www.unipr.it.

Data la limitata capienza dell’Aula Magna, eventuali posti non riservati dagli studenti e dal personale dell’Ateneo saranno resi disponibili dall’8 novembre 2017.

Le modalità di prenotazione saranno comunicate sul sito web di Ateneo www.unipr.it

LEGGI ANCHE: A Milano giovani in coda per la Cultura e non per l’iPhone X: le foto

Chi è Paolo Conte?

Paolo Conte nasce ad Asti. Fin da ragazzo comincia a coltivare le sue passioni: il jazz americano e le arti figurative.

Intorno alla metà degli anni Sessanta irrompono nelle classifiche musicali canzoni sue portate al successo da grandi interpreti della musica italiana.

Da La coppia più bella del mondo a Azzurro (Adriano Celentano), da Insieme a te non ci sto più (Caterina Caselli), a Tripoli ’69 (Patty Pravo) e a Messico e Nuvole (Enzo Jannacci).

Nel 1974 esce il suo primo album, Paolo Conte, seguito l’anno dopo da un altro album con lo stesso titolo.

Nel 2014 Paolo Conte The Platinum Collection, una grande raccolta in occasione del 40° anniversario della pubblicazione del primo album.

Sempre nel 2014 esce Snob, con 15 canzoni inedite: un ritorno alle origini musicali e testuali.

Il 2016, infine, è l’anno di Amazing Game, il primo album di musica strumentale, con registrazioni effettuate in epoche diverse per colonne sonore di pièce teatrali e a scopo di studio e sperimentazione.

LEGGI ANCHE: Silvia Marziali, primo arbitro donna internazionale e laurea in Medicina

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here