È ai nastri di partenza a Parma la seconda edizione del corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale”.

Dopo gli ottimi riscontri dello scorso anno, via dunque all’edizione 2018, per la quale le iscrizioni sono aperte fino al 18 febbraio.

Inaugurato nel 2017, il corso fa parte dell’ampio ventaglio di proposte formative della Cineteca di Bologna realizzate grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo sociale Europeo.

LEGGI ANCHE: Dall’università di Parma all’Onu a New York: la storia di Erika Aloe

Corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale”

Il corso è pensato per un numero massimo di 18 studenti, che saranno selezionati attraverso la valutazione dei documenti inviati in fase di pre-iscrizione, di un successivo test scritto di cultura generale audiovisiva e di un colloquio orale.

Grazie al finanziamento regionale, inoltre, i partecipanti potranno frequentare il corso gratuitamente.

È indirizzato a persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna in possesso di diploma di scuola secondaria o di laurea triennale in qualsiasi ambito, con competenze in storia della tecnica del cinema e dell’audiovisivo.

Si privilegerà la formazione tecnico-professionale degli studenti, senza trascurare le competenze produttive e distributive e la consapevolezza storico-teorica necessaria a garantire una piena autonomia d’azione.

Sono previste 730 ore di didattica (di cui 300 di lezioni frontali e 430 di project work), articolate in 9 moduli:

  • Storia e teoria del cinema documentario
  • Estetiche contemporanee: found footage, cinema di poesia e film sperimentale
  • Regia documentaria
  • La fotografia nelle riprese audiovisive
  • Tecniche di ripresa e montaggio del suono
  • Tecniche di montaggio e postproduzione
  • Scrittura per il cinema documentario
  • Produzione e distribuzione
  • Legislazione, fondi di sostegno regionali e comunitari, le Film Commission

Dopo una prima parte di didattica in aula e sul campo, gli studenti, divisi in gruppi, nella svilupperanno un project work legato a un film, seguendone la realizzazione: dalle fasi di sopralluogo e scrittura fino alle riprese e alla post-produzione.

Tra i docenti saranno confermati molti dei professionisti che hanno partecipato alla prima edizione del corso e altri saranno coinvolti.

LEGGI ANCHE: L’Ateneo di Parma fa il botto: +8,7% di iscritti al primo anno 2017/2018

Come partecipare?

Per partecipare alla selezione è necessario presentare la domanda d’iscrizione pubblicata sul sito della Cineteca di Bologna (www.cinetecadibologna.it/formazione) e sulla pagina web del Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo (CAPAS) dell’Università di Parma (http://www.capas.unipr.it).

La scadenza, infine, per la presentazione delle domande è fissata al 18 febbraio 2018. Le lezioni inizieranno a fine marzo.

I candidati saranno chiamati a sostenere un breve test scritto di cultura generale audiovisiva e a seguire un colloquio, e al termine dei colloqui sarà redatta una graduatoria di accesso al corso fino al limite dei posti disponibili.