Dove non arrivano le parole, ci sono le immagini e dove non arrivano altri linguaggi, ci pensa, ad esempio, l’ironia a veicolare i messaggi.

Proprio per questo, infatti, l’Università di Sassari ha sposato un progetto realizzato da alcuni studenti ed ex studenti del Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell’Ateneo e dall’Ente Nazionale Sordi (ENS).

#SonoStudenteAnch’io: a Sassari si sceglie l’ironia

#SonoStudenteAnch’io, questo il nome del progetto, dà il titolo a un video ambientato in un’aula universitaria: scritto, diretto e interpretato da Claudia Porcu, laureata dell’Università di Sassari, nonché non udente e referente locale dell’ENS.

Il video, in circa 5 minuti, racconta la grottesca lezione di un docente che, nonostante le richieste di una studentessa sorda, proprio non è in grado di farsi capire.

Non serve urlare (anzi, un volume troppo alto interferisce con l’apparecchio acustico), è sufficiente farsi leggere le labbra.

Più facile a dirsi che a farsi, e alla fine la studentessa è costretta ad abbandonare l’incomprensibile lezione, perdendo la sua “battaglia” quotidiana.

Alla realizzazione del video, sottotitolato in inglese, hanno collaborato:

  • Antonello Sanna,
  • Yuri Palermitano,
  • Bastiano Sechi,
  • Leonardo Sini,
  • Emma Bird,
  • Carlotta Dettori,
  • Olga Porcu,
  • Francesca Galleu,
  • Stefania Scanu,
  • Cristina Marongiu,
  • Loris Canu,
  • Elena Pais,
  • Carla Capitta,
  • professor Daniele Porcheddu.

Il progetto #SonoStudenteAncheIo ha dato vita a una pagina Facebook che raccoglie informazioni e testimonianze utili. Inoltre, il video è pubblicato sul sito web dell’Università di Sassari (https://www.uniss.it/ateneo/il-nostro-ateneo/studenti-disabili) e sul canale Youtube.

LEGGI ANCHE: Fare più sesso non rende più felici: lo dice l’università

1 commento

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here