La Fondazione Arnaldo Pomodoro e l’a Statale di Milano si fanno promotori dell’iniziativa Jannis Kounellis in Statale, a un anno dalla scomparsa dell’artista.

Dal 20 febbraio, la sede centrale dell’Ateneo (via Festa del Perdono 3) ospiterà l’opera Senza titolo (2005) di Jannis Kounellis.

Sarà visitabile gratuitamente, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 19.

Senza titolo si presenta come una lunga putrella di ferro, montata in verticale, che occupa in altezza tutto lo spazio, dal pavimento al soffitto.

Sulla sua sommità è adagiata una grande risma di fogli da disegno, che piegandosi naturalmente verso il basso formano una sorta di capitello.

Il ferro, come materiale grezzo e industriale e la struttura della putrella, come elemento che evoca la costruttività, ricorrono spesso nel lavoro di Kounellis, mentre i fogli da disegno rimandano all’attività tradizionale dell’artista.

LEGGI ANCHE: Le 10 università migliori e meno care in Europa? A Pisa e in Germania

Un’opera imponente dentro la Statale di Milano

Realizzata appositamente per gli spazi della prima sede della Fondazione Pomodoro e alta 540 cm, l’opera si inserisce perfettamente nell’architettura del nuovo spazio che la ospiterà in Statale, progettata da Piero Portaluppi nei primi anni Cinquanta.

L’opera di Kounellis si aggiunge alle importanti testimonianze di arte del Novecento (da Wildt a Fontana) già presenti in Statale.

Questa iniziativa rappresenta una tappa fondamentale dell’attività della Fondazione Arnaldo Pomodoro, nell’ottica di far conoscere la propria collezione al di fuori degli spazi museali e dei luoghi solitamente adibiti a esposizioni d’arte, per rendere patrimonio di tutti l’arte contemporanea.

L’inaugurazione si terrà lunedì 19 febbraio, ore 17.30, alla presenza di:

  • Gianluca Vago, rettore dell’Università degli Studi di Milano,
  • Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano
  • Carlotta Montebello, segretario generale della Fondazione Arnaldo Pomodoro.

Seguirà, in Aula Magna, la proiezione del film Atto unico di Jannis Kounellis, girato da Ermanno Olmi durante l’allestimento della mostra del 2006.

Al termine interverranno Arnaldo Pomodoro e i professori Raffaele De Berti e Giorgio Zanchetti.

LEGGI ANCHE: L’Arte spiegata ai truzzi: un modo creativo per imparare la storia dell’arte