Appena due anni fa, esattamente nella notte tra il 23 e il 24 ottobre 2015, centinaia di monumenti in 75 Paesi del mondo si illuminarono di blu per celebrare il 70esimo anniversario della nascita delle Nazioni Unite.

L’ONU, questo il suo acronimo, è un’organizzazione creata al termine della Seconda Guerra Mondiale per evitare l’inizio di un nuovo grande conflitto.

I numeri attuali delle Nazioni Unite sono veramente enormi: 193 Stati membri, un budget annuale di 40 miliardi di dollari e tantissime agenzie collegate.

Provare a risolvere i grandi problemi del mondo è, in ultimissima sintesi, il vero obiettivo dell’organizzazione.

Quando e perché sono nate le Nazioni Unite?

All’indomani della fine del secondo conflitto mondiale, l’istituzione delle Nazioni Unite non era per nulla scontata!

Questo perché la Società delle Nazioni, organizzazione simile nata 25 anni prima, aveva completamente fallito il suo principale obiettivo, ossia quello di impedire l’inizio di una nuova guerra mondiale.

E quindi, memori dell’esperienza appena vissuta, la nascita dell’ONU fu il prodotto del forte contributo di intellettuali, diplomatici, politici e uomini di stato.

La nascita dell’embrione delle Nazioni Unite coincide con la Dichiarazione Atlantica, redatta da Stati Uniti e Regno Unito nell’agosto del 1941.

Appena qualche mese dopo, gli stessi contenuti furono ripetuti nella Dichiarazione delle Nazioni Unite.

A firmala furono Stati Uniti, Regno Unito, Russia, Cina ed altri 26 Paesi. All’interno delle due dichiarazioni, c’era scritto che:

  • la guerra non avrebbe dovuto portare ad allargamenti territoriali per nessuno dei belligeranti;
  • alla fine delle ostilità, i popoli avrebbero avuto diritto all’autodeterminazione;
  • i diritti umani e politici di ogni popolo avrebbero dovuto essere rispettati.

LEGGI ANCHE: Più di 40mila italiani in Erasmus: chi sono, dove vanno, la loro età media?

La vera nascita dell’ONU

Negli anni successivi, mentre la guerra era ancora in corso, Stati Uniti, Regno Unito, Cina e Russia si resero conto della necessità di un nuovo organismo.

Le future caratteristiche dell’ONU, infatti, furono decise durante una serie di conferenze tra il 1943 e il 1945.

Ad esempio, venne stabilito che le cinque potenze vincitrici della guerra avrebbero goduto di una posizione di preminenza speciale all’interno della nuova organizzazione.

Nell’aprile del 1945 fu redatta la Carta delle Nazioni Unite: il nuovo documento sarebbe entrato in vigore il 24 ottobre di quell’anno.

E da quel giorno, l’ONU non ha più smesso di vestire i panni di primo protagonista nello scacchiere politico internazionale.

LEGGI ANCHE: Con la Carta internazionale dello Studente, offerte e sconti in 125 Paesi

2 commenti

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here