Viaggiare in bus a meno di un euro è ormai possibile!

Il merito è di Trivabus, startup attiva da poco, che ha intuito le potenzialità del mercato dei trasporti su gomma.

Trivabus offre viaggi in bus a 0,99 centesimi. E non è la solita marchetta pubblicitaria!

Sul portale ufficiale, per le tratte disponibili (tra cui molte zone d’Italia e presto anche oltre i confini nazionali), viene garantita una quota di posti a 99 cent, corrispondente almeno al 10% della capienza totale dell’autobus.

Un altro 10%, poi, viene venduto a 2,99 euro.

E, come se non bastasse, anche quando il prezzo è più alto, da Trivabus assicurano che sarà sempre e comunque il più basso in circolazione.

Alla base di Trivabus, c’è il concetto di tratta a vuoto

Alla base della startup c’è il concetto di tratta a vuoto: Trivabus intercetta i tragitti senza persone a bordo e li rende disponibili agli utenti finali.

L’intermediazione, com’è facilmente intuibile, non si rivolge alle compagnie low cost ma alle autolinee tradizionali che difficilmente sono conosciute dagli utenti del web.

Come funziona?

Collegarsi al portale, scegliere la città di partenza, quella di arrivo e la data, e il gioco è fatto.

In pochi secondi, l’utente otterrà diverse soluzioni, quasi tutte a meno di un euro.

La particolarità è che quest’ultimo non saprà, fin quando non salirà sul bus, con quale compagnia viaggerà.

La sua garanzia sarà comunque il logo Trivabus, presente su tutti i bus prenotati attraverso il sito.