L’università è un luogo di aggregazione, di incontri, di scoperte, di nuove amicizie e di frequenti limoni.

Grazie all’assiduità con cui la si frequenta (uuuuufff), grazie ai grandi spazi e alla massiccia affluenza che la caratterizzano, è possibile trasformarlo in un luogo di sacro rimorchio, nel quale dispensare aforismi romantici, ed effusioni di ogni genere.

Restringendo la cerchia, vorrei soffermarmi non tanto sulle coppie che si creano in un ambiente di tal tipo, quanto su quelle che nascono coraggiose nella stessa facoltà, specialmente durante il medesimo anno di corso.

Nonostante io riesca ad identificare anche parecchi svantaggi, mi pare evidente che siano più numerosi i vantaggi; questi, mi consentono di elencare i motivi per i quali fidanzarsi con un ragazzo che frequenta la tua stessa facoltà.

1) STUDIARE INSIEME: prima ovvia, banale, sputtanata ma pur vera ragione. Frequentare lo stesso corso consente di studiare insieme la maggior parte delle materie. Sostenersi vicendevolmente, dalle difficoltà interpretative sul manuale da preparare, a quelle dell’esame stesso, rafforza il rapporto di coppia.

2) PAUSE EMOZIONANTI: allo studio consegue un momento emozionante come solo la pronuncia della parola “pausa” può esserlo: la pausa. Si abbandonano i classicismi, i tradizionali “caffè e sigaretta” per fare spazio a break di vero fuoco. La passione aumenta la concentrazione, diminuisce le calorie e vi mantiene in salute (questa non è una pubblicità).

3) SEMPRE SOTTO CONTROLLO: ci sono donne maniache del controllo e donne che fingono di non esserlo. Verificare i movimenti del proprio lui è una delle prerogative di alcune di noi, specializzate in strabilianti ed innovative tecniche di stalking. Fidanzarsi con uno studente che frequenti la medesima facoltà, rende più semplice le operazioni di controllo diminuendo di gran lunga i momenti di monitoraggio. Sapreste sempre dove si trova nelle attività diurne, pensateci.

4) LIMONARE: “l’Università si presume un’istituzione rigorosa nella quale dare adito a decoro e morigeratezza”. Quindi, un limone nei bagni o dietro le scale, per allentare lo stress, non ve lo toglie nessuno.

5) LAVORO DIVISO: studiare insieme dimezza la fatica e divide in due le ansie reciproche. Preparare l’esame fianco a fianco, condividere con il tuo lui l’agitazione per la prova, potrebbe mettervi in sintonia (o mandarvi al San Vittore per omicidio).

6) APPUNTI ED ESAME: C’è chi ti passa gli appunti o chi addirittura di passa l’intero esame, per amore.

7) AVERE GLI STESSI ORARI: frequentare lo stesso corso vuol dire sostenere gli stessi orari; questo limita le possibilità di litigare perché uno dei due non ha il tempo di dedicare spazi all’altro ma, sopratutto, facilita gli appuntamenti.

8) IL CAFFÈ: saprai sempre a chi chiedere 0,40 cent per il caffè; basta scroccare monetine ai passanti.

9) DIMINUISCONO LE SPESE: c’è un’altissima probabilità che lui sia galante con voi come accadeva negli anni ’20: questo implica una diminuzione delle spese per voi e una serie abbondante di pranzi offerti durante le lezioni (sto scherzando).

10) STESSA SESSIONE D’ESAME: quindi stessi tempi di studio: nessuno dovrà attendere che finisca la sessione dell’altro per godersi una vacanza; essere iscritti alla stessa facoltà significa anche essere sotto stress nello stesso periodo.

11) LAVORI DI GRUPPO: se la facoltà vi consente workshop e lavori di gruppo, avrete sempre un compagno su cui contare e questo aumenterà la vostra possibilità di vedervi senza ricorrere a strani stratagemmi.

Se sopravvivete, però, fatemi uno squillo.