Posponendo l’ennesima sveglia del giorno, la mattinata non era ancora iniziata ma riflettevo già su quanto sanno essere diverse le persone una volta aperti gli occhi.

Generalmente, la reazione comune è quella di un forte trauma precoce, che colpisce tutti senza farsi alcuno scrupolo.
Le migliore scienze impongono 8 ore di sonno, giustamente distribuite durante la notte senza calcolare che per alcuni potrebbero essere poche.

1) IL SORRIDENTE: si sveglia come se il Padre Eterno gli avesse già promesso un posto in Paradiso; apre gli occhi con un insolito sorriso e lo porta avanti sino all’ora della buonanotte. Procura forti orticarie ed un evidente istinto omicida fra chi non capisce che cazzo ride uno di prima mattina;

2) L’ATTIVO: colui che dalle prime luci dell’alba, non solo è perfettamente cosciente, ma è anche iperattivo. Fa sport, si prepara in pochi minuti, porta a compimento le faccende domestiche e tu lo guardi come se Satana t’avesse appena invaso la cucina;

3) IL CAFFÈ RICHIEDENTE: senza caffeina non riesce a stabilire un contatto nemmeno col suo cervello. Si sveglia pronunciandone la parola, ne richiede la presenza ovunque si trovi e, ne sorseggia diversi prima di inoltrarsi in questa cosa strana chiamata mondo quotidiano;

4) IL MUTO: chiede a tutti il rispetto che merita una persona appena sveglia; può tacere per ore, finché non ritiene di poter dare al proprio interlocutore una o due chance. Apre gli occhi e sta zitto, va in bagno e sta zitto, fa colazione stando zitto, si veste in altrettanto modo ma alla fine un ciao lo concede solo per gentilezza;

5) IL FASTIDIOSO: dispettoso soggetto dal punzecchio facile: non bastano le parole a raffica che è in grado di propinare perché, sa essere molto più fastidioso. È uno di quelli che spalanca la finestra al mattino, che simula attività di solletico e che ha tantissima voglia di condividere con gli altri il proprio buon umore;

6) QUELLO DELL’ORO IN BOCCA: “il mattino ha l’oro in bocca” il primo pensiero della sua giornata; per non sprecarne neanche un secondo, punta la sveglia alle 5:45 sostenendo a gran voce che la mattinata è troppo utile per dormire;

7) QUELLO CHE DORME POCO: te ne accorgi perché oltre ad aver sviluppato borse d’alto pellame sotto gli occhi, è perennemente in movimento. Dorme dalle 3 alle 4 ore e si sveglia come se avesse riposato tutta la notte;

8) QUELLO DELLA SVEGLIA A MEZZOGIORNO: la sua mattina va dal primo bollore dell’acqua per la pasta, all’ultimo bicchiere d’acqua prima che finisca il pranzo. Simpatico quello che non rinuncia alla colazione anche se precede di poco il pasto dell’una.