Il valore legale di un titolo di studio indica quanto esso sia valido, ufficiale e riconosciuto dalla legge.

Per titolo di studio si intende invece un certificato che attesta l’apprendimento di determinate conoscenze e competenze durante il corso di studi.

La laurea in pratica attesta la preparazione di una persona in un determinato campo, richiesta anche in determinati concorsi pubblici.

La laurea viene valutata anche in funzione del voto finale, indice della qualità del percorso effettuato.

LEGGI ANCHE: La laurea allunga la vita: lo dice uno studio del Ministero della Salute

Via al valore legale della Laurea?

Su questo però il Governo non è d’accordo, e propone l’abolizione del valore legale della laurea.

Abolizione del valore legale della laurea” significa che una laurea in Economia risulta equivalente ad una laurea in Lettere perché private entrambe del loro valore legale specifico.

Il grillino Carlo Sibilia, attuale sottosegretario al ministro dell’Interno, nella scorsa legislatura aveva presentato un proposta simile a quella della deputata Pallini e sosteneva:

“Se nel dopoguerra e negli anni del benessere economico non si riscontrava un numero così elevato di laureati e una così alta percentuale di disoccupati e inoccupati, soprattutto tra i giovani, il predetto sistema di accesso ai concorsi pubblici poteva, anche se discriminatorio, risultare valido”.

Lo scopo del Movimento 5 Stelle è quello di permettere ad un numero maggiore di giovani di partecipare ai concorsi pubblici, soprattutto in un momento storico in l’occupazione giovanile è ai minimi storici.

Il tutto senza però ledere il principio di meritocrazia o permettere l’accesso di gente impreparati ai posti di lavoro pubblici.

Dunque se la legge passasse aumenterebbe il numero di persone che possono accedere al concorso, ma non i posti effettivi.

Inoltre questa normativa potrebbe ulteriormente peggiorare la situazione italiana:

  • causando una diminuzione del numero di laureati, già esiguo, per anno;
  • favorendo ulteriormente la fuga di cervelli.