L’Università di Bologna è il primo ateneo in Europa per numero di studenti che svolgono un periodo di studio in Erasmus.

Lo rivela la nuova classifica realizzata dall’Agenzia Nazionale Erasmus+ INDIRE.

LEGGI ANCHE: Italia seconda in Europa per abbandoni universitari: la classifica

Alma Mater prima per Erasmus

Secondo gli ultimi dati, relativi all’anno accademico 2015/2016, gli studenti dell’Università di Bologna partiti in Erasmus sono stati 2.068: il numero più alto tra gli atenei europei.

In maggioranza sono ragazze (63%), rispetto ai ragazzi (37%).

Le mete più ricercate sono università spagnole, francesi, tedesche, britanniche e belghe.

Sul podio insieme all’Alma Mater, ci sono l’Università di Granada al secondo posto e l’Università di Valencia al terzo.

Seguono l’Università Complutense di Madrid, l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli Studi di Padova, l’Università Politecnica di Valencia, la KU di Leuven, l’Università di Varsavia e l’Università Carlos III di Madrid.

Grazie al programma Erasmus+, tutti gli studenti hanno la possibilità di trascorrere da tre a dodici mesi in uno dei circa seicento atenei dei paesi di destinazione, europei o extra europei.

Frequentando corsi e sostenendo esami con la garanzia del riconoscimento accademico per le attività didattiche completate.

Il programma sostiene gli studenti con un contributo finanziario e garantisce il diritto alla fruizione degli stessi servizi che l’ateneo ospitante offre ai suoi iscritti.