Sedie dal valore di 1.500 euro al pezzo, proiettori a 360 gradi e centro fitness con piscina olimpionica: visita in anteprima nel nuovo campus milanese dell’Università Bocconi, una struttura ecosostenibile da 150 milioni di euro progettata dagli architetti giapponesi dello studio Sanaa.

“Sarà aperta alla città, ma sarà anche simbolo di accoglienza e integrazione per gli studenti che arrivano da tutto il mondo”, spiega il presidente Mario Monti a RepubblicaTv.

“Tra pannelli solari e sistemi di riutilizzo dell’acqua, è totalmente autosufficiente dal punto di vista energetico”, aggiunge il consigliere delegato Riccardo Taranto.

fonte: Repubblica.it 

Tutti i numeri del nuovo Campus della Bocconi

L’Università ha intrapreso un progetto di crescita, riqualificando l’ex area della Centrale del Latte e progettando un Campus universitario sempre più modernamente inserito nel tessuto urbano di Milano, che va ad aggiungersi alle storiche sedi di via Sarfatti, via Bocconi e via Gobbi, e a quelli di più recente costruzione (l’Edificio aule – meglio noto come “Velodromo”, in piazza Sraffa 13, inaugurato nel 2001; l’Edificio Grafton, in via Röntgen 1, del 2008; e la Residenza Bligny, del 2016)

L’area comprende la nuova Residenza Castiglioni da 300 posti – inaugurata già a settembre 2018. Seguiranno la nuova sede della SDA Bocconi, composta da tre edifici (Master, Executive, Office), e un centro sportivo e ricreativo con piscina olimpionica, che sarà aperto alla città.

I nuovi edifici rientrano in un più ampio progetto di crescita all’avanguardia anche sotto il profilo della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico, oltre che del miglioramento paesaggistico nel contesto della Zona 5 di Milano.