La Banca d’Italia ha indetto un concorso per laureati per il conferimento di borse di ricerca, finalizzate ad una eventuale assunzione.

Si tratta di un assegno di 4000 euro lordi al mese per una durata di 12 mesi, rinnovabili per altri 12.

Al termine del periodo, i borsisti potranno essere chiamati a sostenere colloqui per un’eventuale assunzione.

Concorso in Banca d’Italia: requisiti

L’annuale bando di concorso è stato indetto per laureati economisti, da fruire presso il Dipartimento Economia e Statistica di Roma.

posti disponibili sono quattro, suddivisi nel seguente modo:

  • Macroeconomics and Monetary Economics, Applied Macroeconomics;
  • Financial Economics;
  • Public Economics and Fiscal Policy;
  • International Economics.

Può presentare domanda di partecipazione chi ha sostenuto tutti gli esami richiesti per il conseguimento del Dottorato ad eccezione, eventualmente, della tesi.

Inoltre, dovranno dimostrare, in sede di selezione, piena padronanza della lingua inglese scritta e parlata.

La domanda dovrà essere inviata, sul sito istituzionale della Banca d’Italia, entro le 18,00 di 24 novembre 2017.

LEGGI ANCHE: Mafia, ecco dove, come e perché viene studiata al meglio

Cosa allegare

Alla domanda dovranno essere allegati:

  • Curriculum Vitae;
  • documento d’identità;
  • ‘paper’ rappresentativo della propria produzione scientifica nel campo per il quale viene richiesta la borsa di ricerca;
  • descrizione del progetto di ricerca che si intende intraprendere;
  • almeno due lettere di referenze da parte di docenti universitari, su carta intestata degli stessi.

Al termine del processo di selezione, sarà stilata una graduatoria in base alla quale si procederà all’assegnazione delle borse di ricerca.

Al termine del periodo di ricerca, e comunque non prima del mese di settembre 2019, i borsisti potranno partecipare ad una selezione mirata all’assunzione a tempo indeterminato in qualità di Consigliere della Banca d’Italia.

Concorso per laureati anche all’Inps

Anche l’Inps sta per indire un concorso per l’assunzione di 1080 laureati.

Lo ha scritto lo stesso Tito Boeri, presidente Inps, su Twitter.

“I requisiti per accedere alla selezione sono la laurea magistrale in economia, ingegneria gestionale o legge, oltre al certificato b2 di inglese”.

L’obiettivo è l’assunzione iniziale di 350 lavoratori, per poi allargarla ad altri 730 laureati.

LEGGI ANCHE: Sogni una carriera da ambasciatore? Scopri cosa fanno i diplomatici