La biblioteca Florio ha aperto le porte al pubblico per la consultazione del materiale bibliografico e per visite guidate.

Costituita a partire dal Settecento dai fratelli Daniele e Francesco Florio, la biblioteca nel corso dei secoli si è arricchita.

Oggi, con i suoi circa 12 mila volumi, opuscoli, opere a stampa e alcuni manoscritti datati tra il XV e il XX secolo, vanta un patrimonio librario e artistico di straordinaria portata culturale, storica e scientifica.

LEGGI ANCHE: A Trento la nuova biblioteca di Renzo Piano: 10 km di scaffali

Biblioteca Florio, dove e quando visitarla?

La biblioteca si trova al primo piano di palazzo Florio, in via Palladio 8 a Udine.

È aperta al pubblico, su prenotazione, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.15 e il mercoledì anche nel pomeriggio, fino alle 17.

Le prenotazioni si effettuano online all’indirizzo www.uniud.it/biblioteche alla voce “Le nostre sedi – Biblioteca Florio”.

Per informazioni è possibile scrivere a [email protected] o telefonare allo 0432 556731.

La biblioteca sarà chiusa venerdì 8 dicembre e da mercoledì 27 dicembre a venerdì 5 gennaio 2018.

La biblioteca, comprensiva delle eleganti originali scaffalature lignee e di parte della quadreria, fu donata nel 2013 all’Ateneo friulano dal professor Attilio Maseri, ultimo erede della famiglia Florio.

Nella biblioteca sono presenti oltre 12 mila volumi a stampa (secoli XV-XVIII), nonché alcuni preziosi manoscritti tre-quattrocenteschi.

Tra questi figurano un importante codice della Divina Commedia, noto agli studiosi come Codice Florio (XIV-XV secolo), e un codice del XV secolo contenente alcune opere di san Lorenzo Giustiniani, primo patriarca di Venezia.

La Biblioteca Florio è stata catalogata e informatizza dall’Università di Udine grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.

Qui il catalogo online di Ateneo (http://primo.uniud.it).

LEGGI ANCHE: 80 anni della Città universitaria La Sapienza, più grande ateneo d’Europa