Scegliere di frequentare un master è oneroso per molte famiglie, ma non mancano le agevolazioni.

Per esempio l’Istituto nazionale di previdenza sociale Inps per l’anno 2018/2019 ha bandito 834 borse di studio da 10 mila euro ciascuna per la partecipazione a master universitari in università e istituti italiani (su inps.it il bando integrale e l’allegato dei master che beneficiano delle agevolazioni).

LEGGI ANCHE: Ricercatori italiani ritrovano la lettera eretica di Galileo Galilei

Borse di studio per master nelle varie facoltà

L’università Bocconi ha ottenuto una decina di queste borse, per 100 mila euro, per tre master di I livello.

Vale a dire per i master in organizzazione e personale, in economia del turismo e quello in economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture.

L’università Luiss di Roma quest’anno ha bandito oltre 500 borse di studio (beneficerà tra l’altro di oltre 80 borse Inps per diversi corsi).

A queste si aggiungono un centinaio di iniziative a sostegno del merito, tra cui le borse LUISSMatics e Zacconi scholarships (finanziata da Riccardo Zacconi, fondatore di King.com) messe in palio per il nuovo corso di laurea triennale in management and computer science con focus sulle ragazze.

C’è poi il percorso di formazione e inserimento professionale di giovani meritevoli «Coltiva un talento» in collaborazione con aziende leader nel settore.

Disponibili inoltre 40 borse di studio per studenti atleti per affiancare alla carriera sportiva la preparazione accademica.

Da citare poi l’International training program (Itp), un percorso didattico che integra la formazione accademica con l’esperienza aziendale, nel corso di laurea magistrale in management.

Numerosi anche i contributi di cui beneficia l’Università Cattolica dove entro il 5 ottobre ci si può iscrivere al master in book telling.

Diverse le borse assegnate all’università di Reggio Calabria (48).

Al Politecnico di Milano che con il Milan fashion institute beneficia di 9 borse, c’è il master di II livello in energy innovation, in collaborazione con Eni.

In più la tassa di immatricolazione è versata direttamente da Eni al Politecnico (masterenergyinnovation.polimi.it). I posti disponibili sono 25 (scadenza delle iscrizioni il 1 ottobre).

fonte: Corriere.it