I cani possono ridurre i livelli di stress e ansia negli studenti, anche influenzando sensibilmente il tasso di abbandono scolastico.

È quanto sostiene Patricia Pendry, ricercatrice della Washington State University, così come riporta BBC News.

L’apporto positivo dei quadrupedi, ben oltre alla pet therapy, è infatti fondamentale per garantire una carriera di studio di successo.

I cani riducono lo stress degli studenti e li “aiutano” anche a studiare

La ricercatrice ha di recente condotto uno studio per analizzare gli effetti della presenza di cani sulla gestione dello stress fra gli studenti.

Per la ricerca sono stati coinvolti 300 studenti universitari, i quali avevano manifestato in passato il timore di non riuscire a terminare il percorso di studio.

Questi hanno svolto un’ora settimanale di attività di studio in compagnia di quadrupedi, gestiti da addestratori professionisti.

Dalla ricerca è emerso come gli studenti “ad alto rischio di fallimento accademico” abbiano migliorato sensibilmente la qualità e i risultati del loro studio, facendoli sentire più “rilassati e accettati”.

I risultati

La presenza del cane porta a un incremento dei livelli di concentrazione, della capacità di memorizzare e ricordare informazioni e abbatte l’ansia tipica degli esami.

Al momento non sono ancora noti i meccanismi capaci di attivare una risposta positiva negli studenti, riducendo i loro livelli di ansia e stress.

Tuttavia, c’è da sottolineare però che gli effetti sono più che palesi.

Per questo motivo, gli esperti consigliano ai vari istituti di dotarsi di cani appositamente addestrati, in presenza ovviamente di personale qualificato.

Negli Stati Uniti, ad oggi, più di 1.000 campus fanno ricorso alla terapia con animali. In alcuni atenei, inoltre, gli studenti possono portare con sé i loro amici domestici, purché dotati di opportune certificazioni e ovviamente sottoposti a vaccinazioni di rito e antiparassitari.

LEGGI ANCHE: Ecco come confrontare e scoprire le lauree che rendono di più