Esattamente da lunedì 15 ottobre, gli oltre 40 mila studenti regolarmente iscritti a un corso di studi dell’Università di Catania per l’anno accademico 2018-19 potranno viaggiare liberamente sulla linea della metropolitana di Catania gestita dalla Ferrovia Circumetnea.

Proprio come già avviene dal 4 ottobre scorso sui bus di linea dell’Azienda Metropolitana Trasporti di Catania.

È quanto prevede l’accordo sottoscritto nei giorni scorsi tra l’Ateneo e la Ferrovia Circumetnea.

“Oggi è una giornata davvero speciale, sia per l’Ateneo che per la città di Catania”, ha esordito il rettore Francesco Basile.

“Gli abbonamenti a bus e metro gratuiti per gli studenti, ma il cui costo è a carico dell’Ateneo, saranno erogati tramite il tesserino elettronico che darà la possibilità di accedere a numerosi altri servizi e di fruire di opportunità culturali”.

A regime, tutti gli studenti dell’Università di Catania potranno viaggiare liberamente sui mezzi Amt e sulla metropolitana Fce grazie al tesserino elettronico studentesco (Carta multiservizi) che sarà prossimamente consegnato a ciascuno di loro.

Nell’attesa, ecco le modalità per usufruire da subito degli abbonamenti.

LEGGI ANCHE: Università e affitti, la classifica: Milano città più cara, Catania in crescita

Mezzi per studenti a Catania

Provvisoriamente, per poter già utilizzare la metropolitana e le navette MetroShuttle senza alcun costo, gli studenti dovranno esibire agli ingressi un documento di riconoscimento e il Pass temporaneo che dovranno stampare tramite un’apposita funzionalità inserita nel Portale Studenti.

Il pass è suddiviso in due sezioni ben distinte, separate da linea tratteggiata:

  1. La parte superiore è il “Pass” vero e proprio. Contiene i dati anagrafici dello studente, inclusi la fototessera in formato digitale (caricata tramite il Portale studenti), il codice fiscale, la matricola e l’anno di iscrizione. Il codice fiscale, inoltre, è riportato anche mediante codice bidimensionale (QR code), leggibile in chiaro tramite apposite applicazioni in dotazione al personale Fce e Amt;
  2. La parte inferiore del “Pass”, invece, è quella che deve essere riposta bene in vista sul cruscotto dell’auto se si usufruisce di uno dei parcheggi dell’Amt (Sanzio, Due Obelischi, Nesima). In questa sezione, nessun dato personale è visibile e in chiaro, ad eccezione del numero di targa registrato dallo studente, che servirà per agevolare il controllo in caso di difficoltà di lettura del QR code crittografato tramite l’App in dotazione al personale dell’Amt.

Gli studenti troveranno i varchi abilitati nei mezzanini delle stazioni della metro:

STESICORO – ingresso esclusivamente dal mezzanino ovest (lato piazza Stesicoro)

GALATEA – ingresso esclusivamente dal mezzanino est (lato piazza Galatea)

ITALIA – ingresso esclusivamente dal mezzanino est (lato Corso Italia – Viale Vittorio veneto)

GIUFFRIDA – ingresso esclusivamente dal mezzanino nord (lato piazza Abramo Lincoln)

NESIMA – ingresso esclusivamente dal mezzanino est (lato via Carmelo Florio – via Francesco Miceli)

BORGO, GIOVANNI XXIII, MILO, SAN NULLO – ingresso da tutti i mezzanini

Bus AMT (ad eccezione di Alibus e navetta aeroportuale 524S)

Per viaggiare sui mezzi Amt, lo studente dovrà portare con sé ed esibire, su richiesta del personale Amt, uno tra i seguenti documenti:

  • carta d’identità elettronica;
  • tessera sanitaria (insieme a documento di riconoscimento con foto).

Eccezionalmente, lo studente potrà anche comunicare a voce il proprio codice fiscale al personale, esibendo un documento di riconoscimento con foto.

fonte: CataniaMobilita