Chiara Rebagliati è una studentessa-arciere del Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Iscritta al College di Tiro con l’Arco dell’Ateneo, ha partecipato alla terza fase della Coppa del Mondo Indoor di tiro con l’arco, a Nimes, in Francia, dopo Marrakech e Bangkok.

Dai libri al tiro con l’arco, la storia di Chiara

“Chiara, superato l’esame di Diritto Penale, è partita per la Francia – racconta Mariangela Casartelli, referente Fitarco per il College Insubria.

Dopo due turni di gara, Chiara si classifica al settimo posto, prima delle atlete italiane seniores presenti.

Negli scontri per il titolo assoluto esce agli ottavi, dopo uno shoot-off, necessario per aver conseguito lo stesso punteggio finale.

Il “dieci”, punteggio massimo nel tiro con l’arco, di Chiara è solamente di un soffio meno vicino al punto centrale del bersaglio di quanto non lo sia stato quello della sua avversaria, Brown Mackenzie, olimpionica statunitense.

Chiara conclude la sua gara di Nimes al nono posto assoluto, posizione che duplica anche per la ranking complessiva del percorso di Coppa del Mondo Indoor, sommando i risultati di Nimes e Marrakech”.

“Sono molto soddisfatta di come ho condotto la gara e gli scontri. È ovvio che perdere allo shoot-off con un 10 dispiace, però l’avversaria era un’atleta di grande spessore! Adesso il prossimo obiettivo è rappresentato dai Campionati Italiani Indoor di Rimini del 24 e 25 febbraio” commenta Chiara Rebagliati.

“Ancora una volta Chiara Rebagliati conferma di essere un bell’esempio per il College!”, conclude Mariangela Casartelli.

I college dell’Insubria sono programmi didattici mirati per gli studenti-atleti di interesse nazionale, volti a far coniugare sport a livello agonistico e studio.

LEGGI ANCHE: “Mia verginità online? Era una provocazione, adesso non so come uscirne”