Una delle difficoltà che se studi e lavori hai già sperimentato sulla tua pelle è il fatto che, dato che hai poco tempo per studiare a causa del lavoro, ti ritrovi spesso a rinunciare alla tua vita privata e sociale.

Peccato che, a lungo andare, farlo ti fa stare male emotivamente, e provoca in te molta frustrazione.

Per questo motivo, nell’articolo di questa settimana vogliamo mostrarti come riuscire a riprendere in mano la tua vita sociale in 3 semplici mosse, senza compromettere i tuoi risultati all’Università, che sia il numero degli esami sostenuti o i voti presi.

Leggi questo articolo fino in fondo: vedrai che ci ringrazierai!

>> Ti piacerebbe scoprire i 3 segreti che ci hanno permesso di laurearci velocemente e con voti alti da studenti lavoratori senza mai rinunciare alla nostra vita sociale? Accedi al Video Corso gratuito che abbiamo preparato per te! <<

Come riprendere in mano la tua vita sociale: una prima doverosa premessa

Prima di passare in rassegna le 3 mosse con cui riprenderti la tua vita sociale e riconquistare un pò di sana vita sociale, vogliamo fare una necessaria e doverosa premessa.

Gli studenti lavoratori rinunciano alla propria vita privata, spesso, perché sono convinti che la mancanza di risultati all’Università dipenda dal fatto che studiano poco.

Allora cosa fanno?

Dato che studiano già per tutte le ore disponibili e l’unica area ancora intatta era un pò di vita sociale, la azzerano e decidono di investire anche quel tempo a studiare di più.

Fatto questo, tutti i loro problemi all’Università dovrebbero essersi risolti….e invece?

E invece per l’87% dei casi non succede questo!

Perché il tempo per studiare, seppure importante, è una singola variabile dello studio, e neanche la più importante – di sicuro, NON è quella che fa davvero la differenza tra un esame superato e uno non superato.

Attilio, ad esempio, da studente lavoratore full time aveva solo 3 ore al giorno per studiare invece che 7 come i suoi colleghi di Giurisprudenza NON lavoratori.

Eppure, lui è riuscito a laurearsi in 5 anni esatti in Giurisprudenza con 110 e Lode, molti di loro, invece, si sono laureati fuori corso, mentre altri sono ancora all’Università (e non perché sono nullafacenti).

Quello che fa la differenza è cosa fai prima di studiare.

E’ il PRIMA che fa la differenza, non il COME studi o il QUANTO studi

Prima di metterti a studiare, devi fare delle precise azioni che non ti portano a sbagliare la preparazione dell’intera sessione d’esame. In particolare, devi capire:

  • come abbinare le materie in vista della sessione d’esame;
  • quale materiale contiene le informazioni che il professore pretende di sapere agli esami (e studiare solo da quello!);
  • come pensa, ragiona, giudica e decide il professore;
  • chi ti interrogherà – se è un esame singolo o c’è un “doppio esame” (assistente + professore);
  • quali sono le domande che la commissione fa più spesso – e prepararti prima di tutto su quelle;
  • quali materie preparare a primo appello, a secondo e a terzo, nel caso di sessioni con più appelli d’esame.

Questi sono soltanto alcuni dei parametri più importanti che ti dicono se un esame andrà bene oppure no.

**NB: Ti premetto che ognuno di questi concetti è trattato in modo approfondito all’interno del Video Corso “Sessione col Botto!” – il primo video corso in Italia che ti insegna come preparare due o più materie contemporaneamente e dividere lo studio. Puoi saperne di più cliccando qui**

Perché, esempio pratico, tu puoi pure studiare di più. Ma se poi studi una materia dal libro e il libro NON ti viene chiesto all’esame perché il professore si basa sugli appunti, hai studiato tanto per niente e l’esame andrà male.

Capito?

Chiarito che il TEMPO è una variabile che conta fino ad un certo punto per la preparazione dell’esame, guadagnare 3 ore di studio a settimana annullando la tua vita privata è una cazzata col botto che ti fa stare emotivamente male e non ti permette di essere sereno.

Perché vivrai l’Università come una “privazione totale” della tua vita privata, cosa che ti farà stare male.

E allora, che si fa?

Devi reintegrare la tua vita sociale, perché te la meriti, con le 3 semplici mosse che adesso ti mostriamo!

Come riprendere in mano la tua vita sociale: le 3 semplici mosse

La prima mossa è programmare ogni settimana un momento in cui tu stacchi tutto, metti i libri da parte ed esci, ti vedi con la ragazza o il ragazzo, oppure con gli amici.

Se la vita privata è una priorità accanto allo studio e al lavoro – e deve esserlo – anche solo un piccolo spazio a settimana deve essere dedicato a te e alle persone che ami di più.

Perché altrimenti rischi di stare male con te stesso e non riuscire a trovare il giusto equilibrio tra impegni e svago e impazzisci.

La seconda mossa è intrecciare questo blocco di tempo con quello delle persone con cui ti piacerebbe trascorrerlo.

Sì, perché tu puoi pure prevedere di passare il sabato pomeriggio insieme al tuo partner, ma se lui o lei hanno già un impegno, rischi di rimanere da solo e non fare nulla in quel frangente!

Non basta prevedere un “blocco di tempo” a settimana per stare con i tuoi amici o col tuo partner, ma devi coordinarlo con i loro impegni per essere entrambi disponibili!

La terza e ultima mossa è difendere la tua vita sociale.

Se tu prevedi ogni settimana un tempo per stare con le persone che ami e blocchi un tempo per stare con loro, non devi rimettere in discussione quel momento il giorno dopo!

A meno che, chiaramente, non arrivi un’emergenza o qualcosa di molto importante per cui l’organizzazione che avevate stabilito salta.

Ma in linea di massima, devi rispettare quell’impegno, perché serve a garantire il tuo benessere e quello delle persone a cui tieni.

>> Accelera il tuo percorso universitario entrando in contatto con gli strumenti, le tattiche e le strategie che ci hanno permesso di velocizzare il nostro! Acquista una copia personale del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” in vendita su Amazon cliccando qui <<

Conclusione

Adotta queste 3 mosse perché sono quelle che ti permetteranno di riconquistare la vita privata che hai negato ingiustamente a te stesso.

Se poi vuoi accelerare il tuo percorso universitario il prima possibile, puoi accedere alle nostre Risorse più avanzate:

– Il Sistema Laurearsi Lavorando, il prima Sistema per dare più esami con voti più alti se studi e lavori e conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace (creato specificatamente per gli Studenti Lavoratori)

– Il Video Corso Sessione col Botto! – il primo video corso in Italia che ti insegna come preparare due o più esami contemporaneamente e dividere lo studio (adatto se NON sei uno Studente Lavoratore)

Oltre al libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” – oltre 60 recensioni a 5 stelle – in vendita su Amazon.

NB: Laurearsi Lavorando CONTIENE il Video Corso Sessione col Botto + altre 90 video lezioni per oltre 15 ore di formazione!

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo!

LEGGI ANCHE: Ottima figura per le università italiane nel ranking 2019: ben 41 in classifica