Il maghetto ha colpito ancora: Harry Potter ispira un corso di laurea in Legge!

Che ci crediate o no, una prestigiosa università indiana ha introdotto un corso basato sul mondo immaginario di Harry Potter.

Il corso di laurea ispirato ad Harry Potter

Il corso di laurea ispirato al maghetto utilizza il ruolo del diritto nella serie per tracciare paralleli tra le storie e le situazioni della vita reale.

Il professor Shouvik Kumar Guha, ideatore del corso, sostiene che questo accostamento è una sorta di “esperimento” per “stimolare il pensiero creativo”.

Ma non solo in India, Harry Potter si studia anche in alcune università degli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Il corso universitario, che in India si chiama “Un possibile dialogo tra la letteratura fantastica e la Giurisprudenza, il caso J.K. Rowling“, prevede un totale di 45 ore di lezioni “dibattito”.

LEGGI ANCHE: Vendeva rose, ora si è laureato in Medicina: un prof gli ha pagato gli studi

Cosa si studia?

Alcuni degli argomenti trattati nei moduli del corso di laurea sottolineano come i diritti sociali e di classe in India possano essere equiparati con la “schiavitù degli elfi domestici e alla marginalizzazione dei lupi mannari” che vediamo nella serie.

Il corso di laurea di Harry Potter nella facoltà giuridica dell’università indiana prende il via a dicembre, ma ha già raggiunto il numero massimo di studenti, vale a dire 40 posti. L’intenzione del Professor Guha è infatti quella di aumentare i posti.

La popolarità ineguagliata di Harry Potter in India è la ragione per cui il professore Guha ha deciso di scegliere la serie del maghetto, anziché quella di Game of Thrones o Star Trek.

Il corso sarà disponibile per gli studenti senior dell’Università Nazionale di Scienze Giuridiche di Calcutta.

Questa è la seconda scuola di legge indiana ad offrire un corso del genere. L’università di Durham del Regno Unito è stata la prima a offrire un corso a tema Harry Potter, che ha usato la serie per esaminare pregiudizi, cittadinanza e bullismo.

Molte università negli Stati Uniti, comprese le più prestigiose come Yale e Georgetownhanno fatto lo stesso.

fonte: TPI