L’Erasmus è di certo un’opportunità da non perdere, un’esperienza formativa che gli cambierà la vita ma che non tutti possono permettersi.

Tuttavia, pare che quest’anno ci saranno nuove opportunità con i contributi della Commissione Europea.

Ci saranno dei contributi pari a 700 euro mensili, per studenti in partenza verso mete extra Unione Europea, e 850 euro mensili, per stranieri in entrata.

LEGGI ANCHE: Più di 40mila italiani in Erasmus: chi sono, dove vanno, la loro età media?

Erasmus: nuovi contributi dall’Unione Europea

Il contributo sarà attuato per l’anno accademico 2018/2019 e offrirà opportunità di formazione all’Estero agli studenti interessati.

L’intervento è nato con l’intento di valorizzare e finanziare principalmente le mobilità verso il continente europeo.

Giusto per dare qualche dato, nel 2015-2016 sono stati coinvolti 26.250 studenti, di cui 18.852 ospitati in Atenei europei.

L’Italia ha contribuito con 2.255 mobilità, di cui 605 in uscita e 1.650 in entrata.

Lo studente interessato ai progetti Erasmus ha in media 24 anni, il suo soggiorno all’estero dura circa 6 mesi e, inoltre, sono più donne che uomini.

LEGGI ANCHE: La barzelletta dell’università: il video virale con Italia, Germania e Francia