Per la prima volta in Italia, negli Spazi Espositivi dell’Università Ca’ Foscari, sarà possibile “esplorare” il magnifico complesso rupestre di Dunhuang.

Questo grazie alla mostra Il gioiello della Via della Seta: Arte buddhista di Dunhuang che si terrà dal 22 febbraio all’8 aprile nella sede centrale dell’ateneo veneziano.

Le grotte di Dunhuang in mostra a Venezia

La mostra è il frutto della collaborazione tra Ca’ Foscari, Dunhuang Academy e la Dunhuang Culture Promotion Foundation.

Il fine è quello di consolidare una collaborazione amichevole lungo la Via della seta attraverso queste due prestigiose istituzioni e far conoscere al pubblico italiano l’arte buddhista di queste grotte.

Si tratta di un importante sito storico caratterizzato da grotte buddhiste di immense dimensioni inserite nella “Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco”.

Un complesso costituito da 735 grotte in totale, con lunghezza di 1680 m, arricchite da più di 2000 statue e 45.000 mq di dipinti parietali.

Dove? Ca’ Foscari Esposizioni, Dorsoduro 3246 – 30123 Venezia

orari apertura mostra: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 (chiuso il martedì)

ingresso libero

prenotazioni e info[email protected]

LEGGI ANCHE: La riscossa delle lauree umanistiche: sempre più lavoro per loro

Le grotte di Dunhuang

Le grotte di Dunhuang sono un luogo colmo di tesori culturali e artistici ben noto sia in Cina che all’estero, e costituiscono una testimonianza molto importante del processo di integrazione della cultura cinese e delle altre culture dell’Eurasia.

I lavori di costruzione durarono un millennio, precisamente dal IV al XIV secolo.

Le grotte hanno preservato la meravigliosa e preziosa arte buddista e il ricco contenuto dei documenti storici, culturali e artistici.

Si tratta di un grande complesso religioso buddhista di 492 grotte-santuario scavate nella roccia che si sviluppò a partire dal IV secolo.

LEGGI ANCHE: Leggere libri gratis? Ecco alcune app che lo permettono