L’università IULM di Milano sta per dare l’avvio ad una svolta proibizionista contro le sigarette.

Dal prossimo anno accademico, infatti, potrebbe entrare in vigore il divieto di fumare anche all’aria aperta.

[themoneytizer id=”16529-1″]

Niente più sigarette allo IULM di Milano

Il rettore Mario Negri, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2017/2018, ha già annunciato il tutto.

“Ogni volta vedo montagne di cicche per terra fuori dall’università. Mi sono detto che era il momento di dare un messaggio ai giovani”.

“Non fumate, e se proprio dovete farlo fatelo in spazi dedicati. È un’iniziativa che ho preso in questi giorni e che proporrò agli organi accademici”.

“Sia chiaro, non voglio ghettizzare nessuno, ma sono convinto che su questo tema possiamo dare una mano”.

Anche se nel regolamento dell’università è già espresso il divieto di fumo nelle “aree all’aperto di pertinenza delle istituzioni scolastiche”, ovviamente non è per nulla semplice da controllare e far rispettare.

LEGGI ANCHE: Quali sono le migliori università italiane? Suddivise in 5 aree di studio

Gabbiotti dedicati ai fumatori

L’idea del rettore è quella di creare dei “gabbiotti” per gli studenti fumatori, proprio per delimitare gli spazi a loro dedicati.

Oltre a questa novità, chissà quanto piacevole per gli studenti fumatori, l’altra è l’introduzione di due corsi di laurea magistrale completamente in inglese.

I corsi sono “Hospitality and Tourism Management” e “Strategic Communication“.

LEGGI ANCHE: PoliMi, Sapienza e Bocconi tra i 10 migliori atenei al mondo: le classifiche

[themoneytizer id=”16529-16″]