“Da qui a trent’anni, con l’avanzare del progresso tecnologico, la gente guarderà al passato e si domanderà perché gli uffici siano mai esistiti” – Sir Richard Branson, fondatore del Virgin Group

Lavorare da remoto è sempre stata un’ambizione per pochi, tuttavia, potrebbe presto diventare un’esigenza di tutti. Ecco qui qualche informazione utile per farsi trovare pronti.

Prima dell’emergenza Coronavirus pochi decidevano spontaneamente di voler lavorare da casa o diversamente diventare nomadi digitali ( lavorare da remoto per poter viaggiare liberamente).

Tuttavia, in questo periodo abbiamo sperimentato i vantaggi e la necessità di saper cambiare la modalità del proprio lavoro.

Per i futuri laureandi sarà dunque importante poter trovare delle possibilità lavorative da remoto e sviluppare competenze in questo settore.

Molte aziende e startup, specialmente internazionali, stanno iniziando a convertire alcuni settori in modo tale da permettere ad una parte dei loro dipendenti di lavorare da remoto. Questo poiché i vantaggi per gli imprenditori possono essere davvero molteplici: aumentare la produttività riducendo i costi di gestione, possibilità di lavorare con orario continuato sfruttando i diversi fusi orari o semplicemente trovare professionisti qualificati da tutto il mondo.

Per i collaboratori di queste aziende, il maggior vantaggio è la possibilità di scegliere il posto in cui vivere, magari vicino alla propria famiglia, evitando le grandi città dove i prezzi sono maggiorati.

Si può inoltre conciliare meglio i tempi di vita e di lavoro, lavorare da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento della giornata.

Lavorare da remoto: lavoro del futuro… o del presente?

Lavorare a distanza ha dunque i suoi benefici e probabilmente diventerà una modalità lavorativa sempre più utilizzata: anche in Italia nel 2017 è stato approvato, in via definitiva, il disegno di legge sul lavoro autonomo e smart working.

Se siete sviluppatori, programmatori, ingegneri informatici… insomma se lavorate con i computer, sicuramente troverete la strada spianata. Infatti, la maggior parte delle offerte di lavoro da remoto riguardano il settore informatico, ma non disperate: ci sono anche tante altre opportunità!

Si cercano anche esperti di marketing, supporto e gestione clienti, scrittori di contenuti, designer, project manager e collaboratori nei settori riguardanti editing video, amministrazione, vendita, assistenza virtuale e tanto altro ancora.

Se hai una buona conoscenza dell’inglese o di altre lingue, nonché le giuste competenze, puoi andare direttamente a guardare le offerte sul mercato del lavoro da remoto; troverai diverse modalità contrattuali che vanno dai contratti a breve, medio e lungo termine con orari flessibili, alle opportunità di lavoro part-time e ai contratti freelance:

Lavorare da remoto richiede nella maggior parte dei casi un miglioramento professionale: se l’area disciplinare dei tuoi studi non ti ha preparato adeguatamente per lavorare da remoto, integra le tue competenze con qualche corso online, così da poter imparare a sfruttare tutte le tecnologie digitali a tuo favore.

Potrai scegliere un corso su Udemy, Coursera o per iniziare anche i corsi gratuiti di Google Digital Training.

Non dimenticare l’importanza delle lingue straniere, una buona conoscenza dell’inglese ti sarà utile per aumentare in maniera esponenziale le tue possibilità di assunzione.

Adattarsi al mondo del lavoro oggi è essenziale più che mai, non farti trovare impreparato: visita i siti e resta aggiornato insieme a University Equipe!