Grosse novità per gli studenti universitari di Medicina.

Il nuovo decreto, infatti, modificherà l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione medica.

Questo nuovo regolamento abbrevierà di molto l’attesa per l’abilitazione post-laurea.

Questo perché il tirocinio professionalizzante potrà essere effettuato durante il quinto anno in corso di laurea.

LEGGI ANCHE: Le 15 lauree professionalizzanti: 80% di laureati occupati entro un anno

Medicina, novità per il tirocinio abilitante

Fino ad ora il tirocinio trimestrale poteva essere effettuato soltanto dopo aver completato il ciclo di studi in Medicina e chirurgia.

E adesso sarà possibile effettuarlo al quinto anno, dopo aver dato tutti gli esami fondamentali previsti durante i primi quattro anni.

Ci saranno novità anche per quanto riguarda tipologia e struttura della prova che consentirà l’abilitazione alla professione medica-chirurgica.

Il test sarà composto da 200 quesiti a risposta multipla, tra cui 50 quesiti sono relativi alla parte pre-clinica della formazione del medico e 150 quelli riguardanti la formazione clinica.

Oltre a questi, ce ne sono altri rivolti ai problemi clinici afferenti alle aree della medicina e della chirurgia e relative specialità.

La prima sessione del nuovo esame di Stato di abilitazione professionale si svolgerà a luglio 2019.

LEGGI ANCHE: La classifica delle migliori città universitarie al mondo: Milano prima in Italia