Le emozioni rappresentano la parte irrazionale dell’essere umano, guidano le nostre azioni e determinano ciò che siamo e come appariamo agli altri.

La tristezza, la paura, la rabbia, la gioia sono alcuni degli innumerevoli stati d’animo che proviamo quotidianamente.

Capita spesso però che, queste ultime, entrano in conflitto tra loro provocando un forte scompenso emotivo con ripercussioni in tutta la nostra persona.

Diventa necessario portare un po’ di ordine nel caos emotivo e mettere in pratica il detto trasmesso da Giovenale “Mens sana in corpore sano”, prendendoci cura del benessere del nostro corpo al pari di quello della nostra psiche.

A tal proposito lo psicologo e psicoterapeuta Alessandro Calderoni ha ideato un progetto innovativo, con epicentro a Milano, ideando un vero e proprio “Pronto Soccorso psicologico”.

L’obiettivo è quello di offrire un supporto concreto a tutte le persone che attraversano un periodo emotivamente complicato con l’aiuto di un team di psicologi e psicoterapeuti.

Ciò è rivolto soprattutto ai giovani, sempre più soggetti, al giorno d’oggi, a diverse forme di violenza e di bullismo, e sempre più bisognosi di un’educazione improntata sui sentimenti e sulle emozioni.

L’iniziativa, lanciata dall’Università Milano-Bicocca, vuole creare un circolo virtuoso ed essere fonte d’ispirazione per altre città italiane.

SOS emozioni: il Pronto Soccorso emotivo nel dettaglio

Il Pronto Soccorso psicologico sarà un vero e proprio ambulatorio, dove sarà possibile andare negli orari prestabiliti anche senza fissare prima un appuntamento.

È un luogo aperto a tutti, ma è rivolto in particolare a tutti gli adolescenti che vivono episodi di ansia, depressione, crisi relazionali che, il più delle volte, non riescono a gestire autonomamente e che possono sfociare in comportamenti nocivi.

Come ha spiegato Calderoni, ”Il paziente, avendo la possibilità di chiedere aiuto, impara a intervenire sulla propria condizione di disagio modificandola o accettandola, per evitare che si cronicizzi o si aggravi, trasformandosi magari in un disturbo conclamato o in una situazione più difficile da ristrutturare”.

Gestire le proprie emozioni è il principio del benessere psicologico che ci permette di vivere in salute con noi stessi e con gli altri.

Dunque, sarebbe auspicabile, prendere sempre più coscienza del nostro mondo emotivo per salvaguardarlo al meglio.

C’è tutto da guadagnare, non solo in salute ma soprattutto in termini di felicità!

LEGGI ANCHE: Stessa facoltà e stesso argomento: mamma e figlio si laureano insieme