Ed eccoci alla terza e ultima puntata di questa mini-serie di articoli dedicata ai 7 spietati nemici degli studenti lavoratori.

Questo è la terza e ultima parte del quarto articolo di una rubrica settimanale interamente curata da Nicola Guarino e Attilio Cordaro, autori del libro Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti (disponibile su Amazon), quindi continua a seguire i prossimi articoli pubblicati ogni lunedì.

Due settimane fa avevamo iniziato questa sequenza vedendo insieme i primi due nemici (se non hai letto l’articolo puoi farlo QUI) e lunedì scorso, invece, ne avevamo analizzati altri 3 (e qui trovi il link al precedente articolo).

Oggi chiudiamo il sipario analizzando gli ultimi 2 temibili nemici di uno studente lavoratore.

Ma prima di procedere oltre, una domanda: sei già entrato a far parte della prima e unica community in Italia dedicata agli studenti lavoratori in cui condividiamo strumenti, tattiche e strategie per conciliare studio, lavoro e vita privata al meglio? Se la tua risposta è “No!”, allora non ti rimane che accedere gratis alla community da qui!

Detto questo, possiamo passare ad analizzare gli ultimi due (ma non per importanza!) nemici famelici di tutti gli studenti lavoratori.

Andiamo!

Il Nemico n°6 degli studenti lavoratori: Il tuo ragazzo/la tua ragazza che non capisce la vita che fai

“Siiiii però non ci vediamo mai! Non mi dedichi abbastanza tempo… Come devi studiare?? Ancora??? E allora questa settimana, quando ci vediamo??”

Se sei stato fidanzato o fidanzata o lo sei ancora mentre studi e lavori, ti sei dovuto accollare queste paranoie.

E di questo ne siamo certi!

Perché?

Ma perché siamo sempre lì!

Solo chi vive la vita di uno studente lavoratore sa bene che significa “essere uno studente lavoratore”.

>> Per questo motivo abbiamo deciso di lanciare la prima community dedicata esclusivamente agli studenti lavoratori italiani. Se vuoi essere avvisato non appena sarà online, clicca QUI! <<

Solo chi studia e lavora sa, per esempio, che significa alzarsi molto presto la mattina, studiare col silenzio per tutta la mattinata, concepire il pranzo semplicemente come un atto di pura alimentazione e ancora con l’ultimo boccone in bocca scendere per andare al lavoro, poi tornare e ributtarti sui libri fino a quando non ci crolli sopra.

Solo chi c’è passato sa cosa si prova quando non vedi l’ora di tornare a casa.

E ti andrebbe di starci anche quando sei “costretto” a uscire con gli amici e, diciamocelo, anche con lei.

Sì, lo diciamo noi per te.

Anche se magari non hai il coraggio adesso di ammetterlo a te stesso.

Attenzione però: ma non perché non la ami o non ci tieni abbastanza.

Non c’entra niente questo.

C’entra che inconsapevolmente, lei si è trasformata in una tua nemica malvagia, iniziando a sabotare la tua vita da studente lavoratore.

E con essa i tuoi obiettivi e, pensa un po’, i risultati che otterrai se non cambi completamente registro.

Non avendo mai vissuto in prima persona i ritmi serrati della tua vita, ai suoi occhi sembri esagerato.

Ai suoi occhi, tu potresti decidere di staccare un giorno di studiare (o di lavorare, se lavori in modo indipendente).

Perché “alla fine studi tutti i giorni, pure che un giorno non lo fai che cosa potrebbe mai succedere?”

Frase che consolida in te l’idea che non capisca la vita che conduci.

E quindi scalpita per attirare l’attenzione, pretende che metti da parte i libri per una mattina/pomeriggio e le dai spazio.

E tu lo hai fatto e forse lo fai tutt’ora.

Passando quel tempo insieme con il rimorso nel cuore per aver investito “male” il tuo tempo e sciupato ore preziose di studio che sai già che sarà difficilissimo recuperare.

In questi precisi casi, il tuo partner si trasforma nel tuo peggior nemico.

Ma stai attento: perché se non sai gestire questa situazione, ti schianterai da qui a poco tempo come un camion a 100 km orari dritto a un muro di cemento armato!

E con te, anche la tua carriera universitaria, che andrà praticamente a…

…rotoli, andrà a rotoli!

>> Vuoi riuscire a gestire il tuo tempo in modo ottimale, e andare spedito all’Università ma senza rinunciare MAI alla tua vita sociale anche se studi e lavori? Allora afferra la tua copia personale del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” in vendita su Amazon! <<

>> Unisciti alla prima e unica community in Italia dedicata agli studenti lavoratori in cui condividiamo strumenti, tattiche e strategie per conciliare studio, lavoro e vita privata al meglio. Accedi gratis alla community da qui! <<

Il Nemico n°7 degli studenti lavoratori: TU

Esatto, hai letto bene.

TU puoi diventare il tuo peggior nemico di te stesso.

Come?

In due modi:

  1. Quando ammetti che studiare e lavorare è impossibile!

  2. Quando pensi di saperlo fare al meglio e che non hai bisogno di nient’altro.

Perché se ammetti che studiare e lavorare è impossibile hai già fallito!

Capiamo la pressione psicologica messa dai tuoi familiari e dalle persone a cui tieni (abbiamo visto nello scorso articolo che possono essere uno dei 7 spietati nemici degli studenti lavoratori).

Capiamo la pressione psicologica degli amici e della fidanzata (vedi sopra).

E capiamo gli sguardi dei colleghi universitari NON lavoratori di merda che ti fissano con sufficienza e pensano che sei un perditempo, un nullafacente e farfallone.

Capiamo tutto.

Ma se ti fai demolire da queste persone e ti fai convincere che è così, allora hanno vinto loro.

Non siamo qui per raccontarti favole.

Lavorare e studiare è una delle cose più difficili che entrambi ci siamo trovati a fare.

Ma se noi ci siamo riusciti, studiando e lavorando per tutto il nostro percorso universitario, significa che farlo non è impossibile.

Semplicemente, devi capire come fare.

Ecco, un modo c’è.

Esiste.

E se oggi tu hai delle difficoltà a conciliare studio, lavoro e vita privata, significa che devi imparare quel modo e farlo tuo.

Il primo passo da compiere è mettere le mani sul prezioso libro che abbiamo scritto e che ha già cambiato la vita a tantissimi studenti universitari (lavoratori e non).

Puoi leggere tu stesso le numerosissime recensioni positive cliccando QUI, oppure le prime 37 pagine del libro (indice incluso), cliccando QUI.

>> Inoltre, puoi prendere parte alla prima e unica community in Italia dedicata agli studenti lavoratori in cui condividiamo strumenti, tattiche e strategie per conciliare studio, lavoro e vita privata al meglio. Accedi gratis alla community da qui! <<

Perché se pensi che sai già tutto e non hai niente da migliorare e imparare, sei un uomo morto

Esatto.

Sei un uomo morto.

Morto perché non migliorerai mai nulla nella tua vita, rimarrai così come sei e i risultati che otterrai non passeranno mai al livello successivo.

In questo caso o cambi mentalità e accetti umilmente che anche se riesci (o pensi di riuscirci) a fare qualcosa, sicuramente c’è un modo migliore per farla e qualcuno sicuramente può insegnarti, oppure ti tieni i risultati che hai e rimani consapevole che tu sei il tuo limite.

È una scelta.

E qui quello che prende decisioni sei tu.

Conclusione

Questa volta siamo davvero giunti alla fine!

Ci siamo lanciati in questa carrellata dei 7 spietati nemici di ogni studente lavoratore per un motivo ben preciso: per mostrarti che di persone che vogliono metterti i bastoni tra le ruote quando studi e lavori contemporaneamente ce ne sono davvero davvero tante.

Quello che devi fare però è:

1) seguire ciò che ha funzionato per altri studenti lavoratori nella tua stessa situazione (e adesso puoi accedere alla prima e unica community in Italia dedicata agli studenti lavoratori che abbiamo intenzione di creare per condividere tutto ciò che ha funzionato su di noi per conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace);

2) avere una mappa chiara da seguire per lasciarti alle spalle definitivamente gli errori che stai commettendo attualmente nel tuo percorso universitario e virare il timone puntando davvero dritto al tuo obiettivo che è la laurea (per questo, afferra ADESSO la tua copia personale del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” ).

Siamo davvero giunti alla fine.

Ma solo per oggi!

Lunedì prossimo torneremo con un nuovo articolo e contenuti nuovi di zecca per supportarti in questa difficile battaglia che da studente lavoratore ti trovi a lottare.

Ciao e a presto!

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo