Il percorso e gli esami universitari di uno studente lavoratore sono davvero pesanti, per diversi motivi.

Sei costretto a passare buona parte del tuo tempo a lavorare, e puoi dedicare poche ore allo studio, e spesso la sera quando sei così stanco da crollare sui libri.

Vieni spesso criticato per la tua scelta, cosa che abbassa la tua autostima e ti fa sentire inappropriato, fuori posto, diverso.

Non riesci ad avere, nonostante l’impegno e la buona volontà, i risultati universitari che vorresti, e questo distrugge quel minimo di tenacia che ti è rimasta, che ti aveva permesso di non mollare fino ad oggi…

Se studi e lavori e non hai risultati all’Università è più o meno questa la vita che conduci, così com’era la nostra quando ci trovavamo esattamente nella stessa situazione.

Fino a quando…

Non abbiamo scoperto un BIZZARRO e SCONOSCIUTO SEGRETO che ci ha permesso di velocizzare il nostro percorso universitario, dominare ogni sessione e riempire il nostro piano di studi di 28, 30 e 30 e lode come se piovessero.

Di che segreto stiamo parlando?

Seguici, perché te lo riveleremo in questo articolo!

Dare esami universitari da studenti lavoratori: ecco il BIZZARRO SEGRETO che ci ha permesso di farlo senza problemi!

Prima di entrare nello specifico a parlarvi del segreto che ha rivoluzionato la nostra vita da studenti lavoratori, facciamo una doverosa premessa.

Una convinzione errata che entrambi avevamo prima che il nostro percorso universitario svoltasse completamente macinando esami universitari uno dopo l’altro e laureandoci velocemente all’Università, era questa qui:

Dato che sono uno studente lavoratore e ho meno tempo a disposizione per studiare, significa che potrò dare meno esami universitari rispetto ai miei colleghi di corso NON lavoratori e, quindi, che mi laureerò tardi.

Convinzione che ci sembrava reale proprio perché Nicola non riusciva a dare esami, almeno per il primo anno.

Mentre Attilio ne dava troppo pochi e andava lento come una lumaca.

L’Equazione che non riuscivamo a toglierci dalla testa era:

MENO TEMPO PER STUDIARE = MENO ESAMI = LAUREARSI FUORI CORSO

Davanti a questa deduzione logica, ogni possibilità di laurearsi in tempo era fuori discussione.

Ma una cosa che ci ha sempre contraddistinti era la tenacia e la voglia di non arrendersi.

Anche davanti a quello che sembrava un destino quasi segnato.

Avevamo pensato che se non potevamo aumentare il numero delle ore di studio moltiplicandole, potevamo lavorare sulla QUALITA’ del tempo passato a studiare.

Ci siamo allora messi a studiare crescita personale, gestione del tempo – per lo più, rivolta ad imprenditori e manager – e psicologia, per capire il modo in cui i professori si approcciano a gli studenti lavoratori e quali erano i motivi per cui li trattavano peggio degli studenti normali.

E abbiamo scoperto, quasi per caso, il segreto che forse più di tutti ha inciso poi nel nostro modo di studiare, facendoci ribaltare totalmente in positivo la nostra carriera universitaria, e che siamo stati i primi a divulgare in Italia agli studenti universitari.

LEGGI ANCHE: Ottima figura per le università italiane nel ranking 2019: ben 41 in classifica

Stiamo parlando del Principio del Perfect Match

Cosa significa? Perfect Match significa “Corrispondenza Perfetta”.

Ci eravamo resi conto che quando andavamo all’esame e venivamo interrogati dal professore e dalla commissione, quello che faceva davvero la differenza tra un esame di merda – che passavi con un voto basso o addirittura in cui venivi rimandato – e un esame superato con un voto alto era il tipo di risposta che davamo al professore.

Questo perché quando un professore fa una domanda ad uno studente universitario, ha in mente un “Modello di risposta ideale”: quanto più la tua risposta si avvicina a quel Modello ideale, tanto più il professore avrà la percezione che tu sei preparato all’esame, aumentando il tuo voto ad ogni risposta data.

ATTENZIONE: la risposta che il professore vorrebbe sentirsi dire, quella corrispondente al Modello ideale, potrebbe pure essere SBAGLIATA in generale o diversa rispetto a quella che troveresti in un libro di testo. Questo NON ha rilevanza: ha rilevanza quanto tu gli dai la risposta che lui vuole sentirsi dire.

Quindi, il tuo compito da studente universitario lavoratore diventa far corrispondere la tua risposta con quella del Modello ideale, creando una “corrispondenza” che sia la più perfetta possibile. Se moltiplichi questo processo di corrispondenza per ogni risposta data all’esame, hai alla fine un esame brillante, i complimenti del professore e un bel 28, a voler rimanere bassi, sul tuo piano di studi!

Da qui, abbiamo smesso di studiare cercando di immagazzinare più informazioni possibili, convinti che questo ci avrebbe garantito un voto alto all’esame, e abbiamo iniziato a focalizzarci, esame dopo esame, SOLO su quelle informazioni che il professore voleva sentirsi dire.

Il risultato?

La nostra media di voti è esplosa, e il numero di esami universitari a sessione è praticamente raddoppiato.

Nicola è riuscito a laurearsi con 105 in Economia e Amministrazione Aziendale.

Attilio in Giurisprudenza con 110 e lode in 5 anni esatti lavorando anche full time.

Conclusione

Il Principio del Perfect Match ha rivoluzionato totalmente il nostro modo di studiare e, di conseguenza, i nostri risultati all’Università.

Se ti piace l’idea di migliorare la tua attuale situazione da studente lavoratore, puoi iniziare a seguirci sui nostri canali in cui divulghiamo informazioni gratuite per dare più esami universitari di quelli che dai attualmente:

  • Facebook, dalla nostra Pagina Ufficiale in cui facciamo dei video LIVE gratuiti in cui puoi interagire direttamente con noi facendoci anche delle domande;

  • Youtube, da cui pubblichiamo 1 video al giorno divulgando informazioni avanzate dedicate esclusivamente agli studenti lavoratori;

  • Blog Ufficiale, in cui abbiamo pubblicato più di 25 articoli con strategie pratiche per chi studia e lavora.

Se ad oggi hai la sensazione che il tuo impegno non venga ripagato dai voti che prendi all’esame, oppure vorresti dare più esami universitari ma non sai come, abbiamo preparato dei percorsi guidati che, passo dopo passo, ti aiuteranno a laurearti velocemente e con voti alti, così come hanno fatto già gli studenti che li hanno seguiti.

Eccoli:

– Il Sistema Laurearsi Lavorando, il prima Sistema per dare più esami con voti più alti se studi e lavori e conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace (creato specificatamente per gli Studenti Lavoratori)

– Il Video Corso Sessione col Botto! – il primo video corso in Italia che ti insegna come preparare due o più esami contemporaneamente e dividere lo studio (adatto se NON sei uno Studente Lavoratore)

Oltre al libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” – oltre 60 recensioni a 5 stelle – in vendita su Amazon, che è una risorsa indispensabile.

NB: Laurearsi Lavorando CONTIENE il Video Corso Sessione col Botto + altre 90 video lezioni per oltre 15 ore di formazione!

Per oggi è tutto, ciao e alla prossima.

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo!