Con la Carta unica dello studente, fino a 25 anni di età, gli universitari toscani avranno diritto a preservativi e consultori gratis, oltre ad accedere a servizi e percorsi per l’educazione sessuale.

Lo stabilisce una delibera che prevede interventi che tutelano e promuovono la salute sessuale e riproduttiva delle giovani generazioni.

Consultori e preservativi gratis per gli studenti universitari

Tutti gli studenti iscritti alle università della Toscana avranno dunque diritto all’accesso gratuito ai servizi:

  • accesso ai consultori,
  • partecipazione a iniziative tese a promuovere l’educazione sessuale e riproduttiva,
  • accesso gratuito all’acquisto di preservativi e metodi contraccettivi.

I dati dicono che l’incidenza dei nuovi casi di Hiv tra i giovani tra 18 e 25 anni è più alta rispetto a quella generale Toscana.

Per ogni 100 residenti, nella fascia di età 18-25, si verificano 12 casi, rispetto agli 8 in media in Toscana.

Dal 2009 al 2017, in Toscana, le nuove diagnosi di Hiv sono state 2.744: di queste, 301 sono giovani tra 18 e 25 anni.

La Carta dello studente della Toscana è stata pensata e progettata per consentire alla cittadinanza studentesca universitaria l’accesso ai servizi offerti dalle Università e dall’Azienda regionale per il diritto allo studio.

Tutto questo, quindi, indipendentemente dall’ateneo di appartenenza.

Chissà che questa opportunità possa essere estesa anche ad altre regione d’Italia. Sarebbe più che utile!

LEGGI ANCHE: In Danimarca lo Stato ti paga l’università. E anche uno stipendio