Secondo l’Ocse, solo il 18% degli italiani è in possesso della laurea.

Uno dei motivi di una percentuale così bassa, perlomeno per un Paese avanzato come l’Italia, è di certo anche di natura economica.

Le spese variano soprattutto in base a dove si nasce: se si ha la fortuna di vivere in una città in cui è presente l’università, infatti, le spese sono quelle delle rette e dei testi.

Ma è per i fuorisede, rappresentanti la netta maggioranza degli iscritti, che le spese crescono a dismisura.

corriere.it

Quanto costa e quanto vale una laurea?

Da una rilevazione Istat, circa il 10% di chi ha interrotto gli studi accademici ha dichiarato di averlo fatto a causa delle troppe spese.

Inoltre, non c’è nemmeno una differenza abissale nel rapporto tra titolo di studio e reddito percepito.

LEGGI ANCHE: Prendere una laurea costa: quanto spendono d’affitto i fuorisede?

corriere.it
corriere.it