Riscatto della laurea gratuito per gli studenti che completano, entro la durata legale, i propri studi.

Ancora si tratta di una proposta, tuttavia ha già ricevuto forti interessamenti da parte del Governo.

Riscatto della laurea gratis

Si tratta di una contribuzione gratuita fissa per chi completa in tempo il proprio percorso di studi.

I pilastri della proposta sarebbero due:

  • A beneficiare del riscatto gratuito saranno solo i nati tra il 1980 e il 2000.
    In pratica, ci si è accorti che chi ha carriere discontinue rischia di non riuscire ad avere una pensione dignitosa;
  • Lo Stato verserà i contributi figurativi all’Inps solo per coloro i quali avranno finito gli studi nei tempi stabiliti.
    I fuoricorso, insomma, non avrebbero accesso all’agevolazione.

Tuttavia, dopo i primi segnali di gioia, tutto sembra essersi già sgonfiato.

LEGGI ANCHE: In autunno niente esami: docenti di tutta Italia in sciopero

Progetto naufragato?

Pare, invece, che stia diventando possibile un bonus temporaneo, valido per una sola stagione.

Per pagare i contributi figurativi a tutti i laureati nati dopo il 1980 (anche escludendo i fuoricorso) servirebbero troppi soldi.

Ben più sostenibile, per il bilancio pubblico, riservare il beneficio alle nuove matricole.

Non sono comunque mancate le critiche ad entrambe le proposte, arrivate da chi ha già pagato il riscatto.

LEGGI ANCHE: La Cattolica presenta 28 nuovi master per il 2017/2018: scopri quali