Ragazze, ragazzi, è il momento più bello di questo periodo non proprio semplicissimo che è stato l’università: via agli scherzi per laurea più bastardi!

Adesso è tempo di una meritata festa, in cui tutto è lecito e che dovrà essere ricordata per tutta la vita!

Laurearsi è senza dubbio uno di quei momenti più unici che rari, da condividere in modo liberatorio con amici e colleghi, pronti a farvi di tutto!

Esatto, amici e colleghi sono i veri protagonista della vostra festa di laurea… perché spetterà a loro il compito di animarla e renderla epica.

E se il livello di permalosità e autoironia del laureato o della laureata lo permette, ecco che allora si può dare il via a scherzi assurdi, ben lontani dal “politically correct”!

LEGGI ANCHE: Come studiare all’università? Consigli, tecniche e metodi

Eccovi infatti i 5 scherzi per la laurea

1) Tutto può avere inizio già a fine sessione… ad esempio con la lettura della pergamena da parte del futuro laureato.

Una pergamena che contenga aneddoti, anche segreti ai più, che hanno contraddistinto la carriera universitaria e che faranno vergognare non poco il lettore futuro laureato.

Ovviamente tutto accompagnato da un buon vino, pronto ad accompagnare ogni errore e far scatenare sempre più il festeggiato/a.

Se poi a questo aggiungete un po’ di elio, la lettura della pergamena potrebbe risultare fantastica!

2) Tra gli scherzi a cui non rinunciare, c’è sicuramente quello di far intervistare per strada i passanti al vostro amico neo dottore.

Ovviamente con domande demenziali e provocatorie e con l0aggiunta di un abbigliamento non proprio comodo… una camicia di forza, un camice che sembra macchiato di sangue, un abito da donna con parrucca (se è uomo).

3) Simile a questo, c’è lo scherzo di brindare con perfetti sconosciuti, stabilendo un numero minimo di brindisi da fare!

Poiché i brindisi saranno tanti e continui, magari andare in giro con un carrello della spesa è la migliore soluzione.

4) Lo scherzo della gelosia è sempre un must… qui serviranno come complici un amico/a e il fidanzato/a.

Al momento dei complimenti, la collega ammiccherà il neo dottore con frasi che lasciano pochi spazi all’immaginazione e a questo punto sarà il turno della scenata di gelosia della fidanzata (complice).

E il povero laureato andrà completamente in tilt… nel giorno più bello!

Non dimenticatevi di avvisare che si tratta di uno scherzo… e le risate saranno ancora più forti, insieme agli insulti!

5) Altro scherzo è quello della falsa telefonata dall’università.

In questo caso occorre un’organizzazione migliore, magari con una segretaria come complice, per la perfetta riuscita.

Se vi riesce, farete qualcosa di mitico!

La telefonata, rigorosamente da un numero veritiero, dovrà avvisarlo che per un cavillo o errore l’ultimo esame sostenuto non è stato accettato e va ripetuto, altrimenti salta la laurea.

Ovviamente è uno scherzo che va fatto almeno un mese prima, organizzatevi bene per le risposte da dare al povero malcapitato e ci sarà davvero di che spaccarsi!