Tempo di dichiarazione dei redditi e subito scatta la corsa a cosa si può detrarre.

Se si tratta di un’università pubblica, tasse e contributi per la frequenza del corso di laurea sono detraibili, senza nessuna limitazione, nella misura del 19%.

Dichiarazione dei redditi: cosa si può scaricare?

Come vi avevamo già detto tempo, anche le spese di affitto rientrano nelle detrazioni possibili: clicca qui per leggere il nostro post.

Nella lista vi rientrano:

  • soprattasse degli esami di profitto;
  • spese per partecipare ai test di accesso ai corsi di laurea;
  • frequenza dei tirocini formativi attivi;
  • spese per frequentare corsi di specializzazione, master universitari, corsi di dottorato di ricerca.

Attenzione però, per la dichiarazione dei redditi 2017, la detrazione spetta per le spese sostenute nel 2016.

Cosa non è possibile scaricare?

Come specificato nella circolare dell’Agenzia delle Entrate 7E/2017, non sono ammesse:

  • spese per libri scolastici, cancelleria e strumenti musicali;
  • spese di viaggio, vitto e alloggio.