Home News Una stanza in università per le crisi post (o pre) esame: è...

Una stanza in università per le crisi post (o pre) esame: è già realtà

università stanza esami

Non importa proprio un bel niente che quando metti piede all’università tu ti senta finalmente grande e padrona delle tue scelte.

Prima o poi arriva la domanda bastarda all’esame e l’unica cosa a cui speri di arrivare (e in fretta) è la porta di un bagno!

Per chiudertici dentro e sfogare tutta l’ansia da esame che hai accumulato nelle settimane prima di quel giorno.

LEGGI ANCHE: Carlo Dragonetti, lo studente che ha stregato la Cina – Video

Crisi post esame: c’è una stanza apposita all’università

Ci siamo passati tutti e più di una volta, chi fregandosene di sembrare una fontana pubblica, chi col magone soffocato fino al raggiungimento della suddetta porta del suddetto bagno e chi riesce a resistere fino a quando non se ne torna a casa sua…

Nemo Miller, una studentessa d’arte, doveva avere in mente situazioni come queste quando ha realizzato il Cry Closet alla University of Utah.

Il Cry Closet è, come dice il nome, un piccolo armadietto in cui chiudersi dentro e piangere in pace quando lo stress da esame/tesi/esame andato male/professore st****o prende il sopravvento, per “tirare fuori tutto e dimenticarsi dello studio almeno per 10 minuti”, come ha detto la portavoce dell’università CBS News.

Il concetto è semplice: un armadietto di 180 chili con l’interno morbido e pieno di peluche in mezzo a uno dei luoghi più affollati dell’università.

Il Cry Closet ha anche delle regole ben precise, per esempio bussare prima di entrare ovvio, altrimenti bye bye privacy il tempo massimo di 10 minuti e un hashtag preciso da usare se posti dalla tua postazione-pianto.

Naturalmente, non tutti gli studenti hanno reagito allo stesso modo all’armadietto del pianto.

Tra chi pensa che ce ne vorrebbe uno in ogni stanza (come ha raccontato una studentessa alla CBS) e chi sui social pensa che presto il Cry Closet si trasformerà in uno stanzino per fare cose, ehm, molto più sexy…

fonte: Cosmopolitan

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato su news, promo, eventi e offerte dedicate!