Alessandro D’Alice è uno studente di Milano di 24 anni, che come tanti suoi colleghi decide ad un certo punto della sua carriera di fare un’esperienza di studio all’estero.

L’obiettivo era quello di perfezionare gli studi universitari in “Gestione del lavoro e comunicazione per le organizzazioni”.

E così è partito per la Polonia.

Ma si sa, a volte la vita comanda per noi e quello che ci si era prefissato finisce per essere stravolto completamente.

LEGGI ANCHE: Da vincitore di MasterChef a docente universitario: la storia di Simone

Da studente a stella di football

Già, perché Alessandro è tornato dalla Polonia da stella del football.

Lo studente della Cattolica, infatti, ha frequentato per dieci mesi la John Paul II Catholic University di Lublin con il programma Exchange Semester Abroad.

Mi sono messo in gioco al 100%, nella vita così come nello sport. Il football americano è stato il cuore della mia esperienza all’estero”. Così racconta Alessandro.

E così, dopo essersi presentato ai provini della squadra locale, è entrato a far parte della squadra dei Tytani Lublin, diventando in breve uno dei capitani.

“Sentire i tifosi gridare il mio nome dagli spalti è stata una delle sensazioni più belle della mia vita e non la dimenticherò mai”.

Il suo impatto è stato così forte che la Lega polacca di football americano l’ha inserito nella top 11 dei migliori giocatori del campionato per la stagione 2018.

Alessandro D’Alice adesso è rientrato in Italia e a febbraio discuterà la tesi dedicata al coaching sportivo.

alessandro d'alice studente cattolica