Esiste una percentuale di studenti universitari in Italia che non riceve attenzioni.

E’ scomoda, fuori posto, politicamente scorretta.

Crea scompiglio, mette in discussione lo stato delle cose, ed è difficile da accettare per chi, al contrario, svolge una vita normale.

Si vedono correre da una lezione ad un’altra, quasi come se si trattasse di fantasmi.

Vivono vite all’ombra di tutti, e il loro impegno, studio, applicazione e determinazione si alimenta nel buio delle loro stanze, dove studiano fino a tarda notte e nei weekend, tutto il giorno.

Li puoi vedere fermi in una panchina di un autobus che mangiano il loro toast di fretta e furia mentre aspettano la loro coincidenza, oppure che leggono e studiano cercando di isolarsi nel marasma di un bar in centro.

Li puoi osservare nei loro occhi di vetro quando, intorno alle 21:00, si appoggiano sui manicotti dell’autobus, ormai cadaveri dopo un’intensa giornata tra lavoro e studio, con la sola forza di immaginare la fetta di carne che ingurgiteranno senza piacere una volta arrivati a casa.

Eppure, con l’animo che pompa forte in mezzo al petto, di chi barcolla, si piega, ma non si spezza.

Mai.

Forse hai già capito di chi parlo perché magari ne fai parte anche tu.

ATTENZIONE: Questo articolo fa parte di una serie interamente curata da Nicola Guarino e Attilio Cordaro, autori del libro Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti (disponibile su Amazon).

LEGGI ANCHE: Ecco le università in cui si sono formati i più importanti manager italiani

Sto parlando della categoria degli studenti universitari lavoratori

Ignorati da tutti, spesso addirittura attaccati e derisi, sono spesso considerati, professori compresi, come studenti di serie B.

Gente che ha preso sottogamba l’Università, solo perché non si possono fare due cose contemporaneamente in modo serio come lavorare e studiare.

Eppure, tenaci, loro resistono, e solo perché esistono sfidano ciò che è socialmente accettato.

Sì, perché quando qualcuno non è in grado di fare qualcosa, dice a te che non la sai fare.

E, come se non bastasse, cerca di impedirti con tutto sé stesso di rinunciare all’idea anche solo di provarci.

Il motivo?

Non vuole provare l’orrenda sensazione di sentirsi in difetto se riuscirai a portarla a termine, se riuscirai a tagliare la linea d’arrivo di quel percorso che lui non ha nemmeno, per paura, tentato di iniziare.

Ma cosa può fermarti, quando hai un fuoco che ti brucia in mezzo al petto, e che ti spinge a trasformare in realtà la tua ambizione, anche a costo di andare contro tutto e tutti e sfidare ciò di cui la gente comune ha paura?

Cosa può ostacolarti se sei disposto, ogni singolo giorno della tua vita, a pagare il prezzo con rinunce e sacrifici immensi, di un traguardo che attualmente vedi solo tu e che solo tu riesci ad immaginare, ma che sei certo un giorno raggiungerai, vincendo la tua personale sfida?

>> Ti piacerebbe scoprire i 3 segreti che ci hanno permesso di laurearci velocemente e con voti alti da studenti lavoratori anche se avevamo la metà del tempo rispetto ai nostri colleghi non lavoratori e senza mai rinunciare alla nostra vita sociale? Accedi al Video Corso gratuito che abbiamo preparato per te! <<

La risposta è NIENTE, NESSUNO

Se sei uno studente lavoratore, sei un guerriero solitario che combatte la sua battaglia personale, in silenzio, anche se sembra di non importare a nessuno.

Anzi.

Spesso proprio per questo, riesci anche a crearti dei nemici.

Persone che cercano di ostacolare il tuo cammino, di metterti i bastoni tra le ruote e farti rinunciare a tutto ciò in cui hai sempre creduto.

E il paradosso del paradosso è che spesso, quelli più tenaci sono tra le persone che in teoria dovrebbero amarti incondizionatamente e supportarti in tutto ciò che fai.

La tua famiglia, il tuo partner, i tuoi amici.

Alla difficoltà del tuo percorso, si somma la difficoltà di lottare contro ognuna di queste persone, ogni singolo giorno della tua vita.

E alla tua battaglia personale se ne lega un’altra:

Non farti demoralizzare dalle persone che ti circondano.

Per nessuna ragione che loro cercheranno di farti credere valida, anche se sono persone più grandi di te, con più esperienza di te.

>> Ti piacerebbe scoprire i 3 segreti che ci hanno permesso di laurearci velocemente e con voti alti da studenti lavoratori anche se avevamo la metà del tempo rispetto ai nostri colleghi non lavoratori e senza mai rinunciare alla nostra vita sociale? Accedi al Video Corso gratuito che abbiamo preparato per te! <<

>> Accelera il tuo percorso universitario entrando in contatto con gli strumenti, le tattiche e le strategie che ci hanno permesso di velocizzare il nostro! Acquista una copia personale del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” in vendita su Amazon cliccando qui <<

Piuttosto, dì loro di seguire questa via: l’ignoranza

Scegli volontariamente e con tutto te stesso di essere ignorato.

Scegli di essere lasciato in pace, a lavorare per il tuo futuro, da solo e con le tue forze.

Abbraccia l’idea di fare veramente parte di quella percentuale di giovani, studenti universitari, ignorati dall’Italia intera.

Che tanto tu dentro hai tutta l’energia e la benzina necessaria per alimentare il motore che ti porterà a volare in alto.

Digli di non disturbarti.

Di osservarti, in religioso silenzio, mentre mattoncino dopo mattoncino, costruisci la tua realtà e scali la montagna del tuo successo.

E digli di limitarsi e condurre in pace e tranquillità la loro vita, mentre tu lavori per il tuo futuro.

Che è il posto in cui, molto presto, andrai a vivere.

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo

Nicola e Attilio

PS: >> Ti piacerebbe scoprire i 3 segreti che ci hanno permesso di laurearci velocemente e con voti alti da studenti lavoratori anche se avevamo la metà del tempo rispetto ai nostri colleghi non lavoratori e senza mai rinunciare alla nostra vita sociale? Accedi al Video Corso gratuito che abbiamo preparato per te! <<