In Italia il mercato immobiliare italiano è in forte ripresa.

Nel secondo semestre del 2017, infatti, i canoni di locazione delle grandi città sono in aumento.

Si registrano +1,6% per i monolocali, +1,8 per i bilocali e +1,5% per i trilocali.

Mercato immobiliare: i dati delle residenze universitarie

L’analisi fatta per l’anno 2017 dall’ufficio studi del gruppo Tecnocasa ha specificato che è rimasta sostanzialmente invariata, rispetto ad un anno fa, la distribuzione della motivazione della ricerca della casa in affitto.

Il 53,6% cerca la casa principale, il 37,8% lo fa per motivi legati al lavoro e l’8,6% per motivi legati allo studio.

LEGGI ANCHE: Sempre più italiani studiano online con le università telematiche

Tra le grandi città Torino evidenzia la percentuale più elevata di coloro che cercano un immobile in affitto per motivi di studio attestandosi intorno al 32,4%.

A seguire Milano con il 25,8% e a seguire forse la città universitaria per eccellenza, Bolognacon un 25,5%.

Limitando l’analisi al target degli studenti emerge che le tipologie più affittate sono il bilocale che è la scelta preferita nel 35,2% dei casi ed il trilocale con il 29,7% delle scelte.

I contratti maggiormente stipulati sono quelli transitori che assorbono il 67,5% di questa parte del mercato immobiliare.

Variabili importanti che influenzano la scelta dell’immobile da affittare sono la distanza con le facoltà universitarie, la presenza di servizi e la tranquillità della zona.

fonte: LikeCasa