ATTENZIONE: Questo è il secondo articolo di una rubrica settimanale interamente curata da Nicola Guarino e Attilio Cordaro, autori del libro Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti (disponibile su Amazon), quindi continua a seguire i prossimi articoli pubblicati ogni lunedì.

Che tu ci creda o no, gli studenti universitari lavoratori condividono tutti lo stesso e identico problema.

Un problema grave, che finisce per essere la loro ossessione e che riempie le loro vite con lo stesso affiatamento di un cane-guida con il suo padrone non vedente.

Di cosa stiamo parlando?

Seguici un attimo.

Il problema più grande degli studenti lavoratori? Ecco il proverbio antico che te lo rivela…

C’è un vecchio detto che i nostri nonni (e forse anche i tuoi) ci hanno tramandato e che ci viene ripetuto spesso quando ci sono situazioni che richiedono la loro infinita saggezza.

E fa così:

“Chi ha i denti non ha il pane e chi ha il pane non ha i denti”.

Che significa?

Significa che chi prova fame e potrebbe (e vorrebbe) mangiare non ha l’opportunità di farlo perché gli manca il pane.

Mentre chi ce l’ha tra le mani e potrebbe saziarsi non lo sa apprezzare e quindi “non ha i denti” per mangiarlo.

Detto in parole povere:

nella vita di tutti i giorni puoi trovare gente che ha le risorse che tu desidereresti ardentemente avere ma, pur avendole, non le sfrutta come dovrebbe e anzi, spesso, ne deprezza di molto il valore.

LEGGI ANCHE: 20 calciatori laureati: c’è anche chi è dottore con lode in Matematica

Cosa che tu, se fossi al loro posto, non ti sogneresti assolutamente di fare.

Fai caso a quello che ti ho detto: noti qualche somiglianza con la tua vita da studente lavoratore?

No? Ne sei certo?

Allora rispondi a questa domanda:

Qual è da studente lavoratore la cosa che più di tutte nella tua vita scarseggia costantemente e hai difficoltà a conciliare studio, lavoro e vita privata?

Esatto.

Il TEMPO.

>> Se vuoi sapere come creare tempo e vivere un anno da 13 mesi devi assolutamente leggere questo libro <<

Il tempo è il motivo per cui la tua vita è un continuo correre, cronometrarti, controllare l’orologio, affrettarti, andare di corsa.

Il motivo che ti spinge a staccare di studiare, lavarti, prepararti e scendere da casa per andare al lavorare (o, al contrario, se lavora la mattina e studio il pomeriggio e la sera), anche se non avevi finito per niente di farlo e avresti continuato ancora per ore.

Il tempo è quello che ti fa aspettare il fine settimana con la stessa foga di un bambino che attende la mattina di Natale per aprire i suoi regali, per poterti buttare a studiare e dare il meglio di te per gli esami che ti aspettano.

Il TEMPO è il tuo più grande PROBLEMA

Ora, la tua vita funziona così: ne sei consapevole, la sposi in pieno, ma sai in cuor tuo che se avessi il doppio del tempo…

…saresti una macchina da guerra, pronta a scatenarti ad ogni esame!

E lo sai perché in quei giorni in cui il calendario è rosso oppure l’azienda in cui lavori chiude, studi fino a sentirti appagato, in vantaggio, libero.

Se però la tua vita funziona così, quella dei tuoi colleghi NON lavoratori è esattamente il contrario.

La loro vita è spesso scandita da un utilizzo sotto-stimato del tempo.

Una volta la sigaretta, una volta il caffè alle macchinette, la pausa, le chiacchiere al telefono con l’amica…

… e tutto scorre con un ritmo rallentato, alle volte infinito.

Tanto, che quasi provi invidia per la libertà con cui questi studenti vivono il proprio tempo.

Accedi Ora al Video-corso gratuito per scoprire i 3 segreti che hanno permesso a Nicola e Attilio di conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace e laurearsi velocemente e con voti: https://www.laurearsilavorando.com/video-corso-gratis/

Ecco che “chi ha i denti non ha il pane e chi ha il pane non ha i denti” (tipica situazione da studenti lavoratori).

Sei però consapevole che hai scelto quella vita e non rinunceresti al tuo status da studente lavoratore per nulla al mondo.

Sei una persona cazzuta che si prende ciò che vuole, e prima o poi trionferai mentre in quel fatidico giorno indosserai da studente lavoratore la corona d’alloro, dimostrando a tutti quelli che ti dicevano che studiare e lavorare era impossibile e che non ce l’avresti fatta che era fattibile e che loro si sbagliavano.

Voglio però dirti una cosa importante.

Che se il la quantità del tuo tempo è il tuo enorme problema, puoi però lavorare per cambiare la qualità del tuo tempo e il modo in cui lo gestisci.

Anche noi siamo stati due studenti lavoratori, e per tutto il nostro percorso universitario abbiamo vissuto le stesse sofferenze e abbiamo fatto gli stessi sacrifici che tu stai facendo, chiedendoci come poter ottenere più risultati possibili all’Università anche se avevamo la metà del tempo rispetto a tutti i nostri colleghi NON lavoratori per studiare.

Abbiamo passato anni e anni a studiare da autodidatti, attingendo a libri, corsi e video-corsi sul time management rivolti ad imprenditori e manager, crescita personale, leadership ed esperienza diretta sul campo, abbiamo elaborato un modo per conciliare studio, lavoro e vita privata e avere risultati addirittura migliori dei nostri colleghi NON lavoratori.

>> Abbiamo racchiuso tutta la nostra storia, tutti i nostri errori e tutta l’esperienza maturata in questo libro

Una community per studenti lavoratori

E dopo essere riusciti a laurearci velocemente e con voti alti, adesso abbiamo deciso di dar vita alla prima community italiana dedicata esclusivamente agli  studenti universitari lavoratori: un luogo in cui studenti cazzuti come te condividono tecniche e strategie per studiare e lavorare contemporaneamente e ottenere risultati all’Università degni degli enormi sacrifici che fanno ogni giorno.

Accedi Ora al Video-corso gratuito per scoprire i 3 segreti che hanno permesso a Nicola e Attilio di conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace e laurearsi velocemente e con voti: https://www.laurearsilavorando.com/video-corso-gratis/

Non appena sarà attiva, al suo interno troverai tantissimi altri studenti lavoratori che come te stanno studiando e lavorando contemporaneamente e vogliono migliorare la loro attuale situazione universitaria per ottenere finalmente i risultati universitari che hanno sempre desiderato avere.

Per oggi è tutto, ciao e alla prossima!

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo.