Molto spesso gli studenti universitari si lasciano condizionare dai loro colleghi che gli dicono:

“Ma perché non vieni a studiare in biblioteca? Ma perché non vieni a studiare in sala lettura? È così proficuo! Si studia insieme, è più facile!”

E loro si accodano, facendosi persuadere che sia una cosa ottima, magari pensando anche che tanto un posto vale l’altro per studiare, purché ci sia silenzio.

Ma sarà vero?

Questo è ciò che vedremo in questo articolo, mostrandoti una volta per tutte qual è l’ambiente ideale per preparare i tuoi esami universitari al meglio e in meno tempo.

Andiamo!

>> Accelera il tuo percorso universitario entrando in contatto con gli strumenti, le tattiche e le strategie che ci hanno permesso di velocizzare il nostro! Acquista una copia personale del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” in vendita su Amazon cliccando qui <<

L’ambiente ideale per preparare gli esami universitari nel minor tempo possibile

Il funzionamento della mente umana è davvero complimenti.

Ancora di più quando l’essere umano in questione è uno studente universitario.

Ancora di più se questo studente universitario DEVE preparare degli esami universitari.

Infatti, devi sapere che quando abbiamo a che fare con un ambiente diverso dal solito per studiare e preparare le nostre materie, il nostro cervello è costretto a disabituarsi all’ambiente favorevole che avevamo creato, magari all’interno della nostra stanzetta, e cercare di ricrearlo all’esterno elaborando nuove informazioni.

Ad esempio informazioni legate all’ambiente, alle persone che lo abitano, all’eventuale grado di tollerabilità nel parlare con altri, se questo nuovo posto è una sala lettura o biblioteca.

Solo che tutto questo non fa assolutamente bene al nostro cervello.

Perché, anziché essere in uno stato di tranquillità e lavorare meno, si trova in uno stato di allerta e tende a stressarsi ancora di più, elabora più informazioni e fatica di più per ottenere gli stessi risultati di sempre.

Se a questo poi aggiungiamo le informazioni che acquisiamo nel momento in cui iniziamo a studiare, questo stress del cervello è assolutamente inutile e dannoso perché non ci consente di concentrarci al mille per mille sullo studio.

L’abitudine al luogo di studio, invece, ti consente di risparmiare energia e creare quell’interruttore mentale che si aziona nel momento in cui tu chiudi la porta della tua stanza (ammettendo che sia questo il tuo luogo normale di studio), e ti mette in modalità “studio” senza che tu te ne accorga.

Ed accade un processo simile a quello che c’è nel film Over the Top con Sylvester Stallone: nel film il protagonista porta sempre un cappellino con la visiera davanti; ma quando si trova a fare l’unica cosa che gli richiede un livello di concentrazione massimo, cioè fare braccio di ferro, gira la visiera e la porta dietro.

Nel momento in cui mette il cappellino in quella posizione, si concentra in modo pieno e totalizzante su quella cosa, lasciando il resto del mondo fuori.

Ora non ti stiamo dicendo di trovare un cappellino, indossarlo e portarlo indietro ogni volta che inizi a studiare (oh magari funziona pure, prova e faccelo sapere!) ma ti stiamo dicendo di ritagliare un tuo spazio in cui riesci a concentrarti facilmente, portando il tuo cervello alla massima attenzione.

Tu non hai chissà quanto tempo, e quello che hai devi sfruttarlo al massimo.

Non puoi permetterti che da un momento all’altro arrivi il coglione di turno che fa rumore, tu ti distrai, è finito tutto e devi ricominciare.

Ad Attilio per esempio capitava spessissimo in passato di andare a studiare in biblioteca, in una delle tante bellissime sale lettura dell’Università degli Studi di Palermo, magari perché qualche amico glielo aveva chiesto per confrontarsi e ripetere insieme.

Solo che poi tornava a casa dopo qualche ora nervosissimo, perché già studiava Diritto che di base è qualcosa di impegnativo; in più la sua concentrazione era totalmente fuori controllo perché c’era il pirla che si alzava facendo un casino assurdo, quello che parlava al cellulare ad alta voce, quello che ascoltava musica ad un volume allucinante e l’unica cosa da fare era evadere il prima possibile!

Quello che fai, invece, quando crei l’ambiente di studio ideale (che devi avere assolutamente per riuscire ad essere altamente focalizzato in quello che stai studiando) è disegnare un ambiente favorevole in cui la difficoltà di concentrazione è ridotta al minimo.

Sarebbe uno spreco di energie insistere ogni volta a doverlo ricreare in un ambiente nuovo in cui tra l’altro ci sono troppe interazioni fuori dal tuo controllo.

Non importa cosa scegli: il tuo ambiente ideale può essere la tua stanza, il tuo salone oppure una sala lettura; ma va bene solo se è un ambiente ordinato di cui hai il pieno controllo, in cui c’è un silenzio religioso e ci sono zero distrazioni.

Tutte le tue energie devono essere utilizzate per studiare, non per concentrarti a studiare!

Quindi, morale della favola: sale letture e biblioteche sì, ma solo se ne hai il pieno controllo e c’è un silenzio tombale. Se c’è invece la possibilità che ci sia anche solo per chiacchiericcio insopportabile che ti fa distrarre ogni due minuti, evitale come la peste e scegli un luogo migliore e sempre uguale per preparare i tuoi esami universitari!

Conclusione

In questo articolo abbiamo voluto affrontare una delle domande più gettonate che ci sono arrivate in questo periodo sullo studiare all’Università.

Se per adesso hai difficoltà a superare esami universitari e vuoi una mano da chi è riuscito a farcela a laurearsi velocemente e con voti alti, puoi accedere alle Risorse Avanzate che abbiamo preparato per te:

– Il Sistema Laurearsi Lavorando, il prima Sistema per dare più esami con voti più alti se studi e lavori e conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace (creato specificatamente per gli Studenti Lavoratori)

– Il Video Corso Sessione col Botto! – il primo video corso in Italia che ti insegna come preparare due o più esami contemporaneamente e dividere lo studio (adatto se NON sei uno Studente Lavoratore)

– Il libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” – oltre 60 recensioni a 5 stelle – in vendita su Amazon.

Oltre al libro “Prima di Iniziare l’Università” per chi vuole intraprendere questo nuovo percorso evitando gli errori più gravi e comuni che il 99% degli studenti commette fin dai primi mesi.

NB: Laurearsi Lavorando CONTIENE il Video Corso Sessione col Botto + altre 90 video lezioni per oltre 15 ore di formazione!