Lavorare al Parlamento europeo è di certo una delle aspirazioni principali degli studenti universitari.

E non c’è niente di meglio che iniziare questa esperienza con un tirocinio, che sicuramente aiuta ad inserirsi in un contesto complicato come l’Unione Europea.

Ci sono varie tipologie di tirocini, ecco quali.

I cosiddetti tirocini Robert Schuman sono riservati ai titolari di diplomi universitari e si dividono in tre opzioni.

Quella generale, aperta a tutti i candidati che soddisfano le condizioni di ammissione.

In quella del giornalismo, oltre ad un’esperienza professionale comprovata da pubblicazioni, i candidati devono possedere l’iscrizione all’ordine dei giornalisti di uno Stato membro o il completamento di una formazione giornalistica riconosciuta negli Stati membri o negli Stati candidati all’adesione.

Infine, quella del Premio Sacharov: si tratta di un programma utile a conoscere l’azione del Parlamento europeo in favore di diritti umani.

LEGGI ANCHE: Le 13 professioni (alcune assurde) su cui puntare nei prossimi anni

Tirocini al Parlamento europeo: come candidarsi?

Volete candidarvi per uno di questi tirocini? Ecco quali sono le condizioni.

Le condizioni per candidarsi sono le seguenti:

  • essere cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea,
  • aver compiuto 18 anni alla data d’inizio del tirocinio,
  • avere una profonda conoscenza di una delle lingue ufficiali dell’Unione europea,
  • non aver usufruito di un tirocinio o di un impiego retribuito di più di quattro settimane consecutive a carico del bilancio dell’Unione Europea.

I tirocini durano cinque mesi e le iscrizioni sono aperte fino alla mezzanotte del 15 maggio.

LEGGI ANCHE: I corsi di laurea più stravaganti in Italia: attivi e in arrivo

Tirocini di traduzione, formazione alla traduzione e interprete

tirocini di traduzione per i laureati, che si svolgeranno a Lussemburgo per 3 mesi, le iscrizioni sono aperte fino alla mezzanotte del 15 maggio.

Le stesse condizioni valgono anche per i tirocini di formazione alla traduzione e i candidati devono:

  • essere già titolari di un diploma di fine studi secondari corrispondente al livello di accesso all’Università,
  • aver compiuto studi superiori o tecnici di pari livello.

Mentre per la posizione di interprete di conferenza, il tirocinio si rivolge a chi già dispone della qualifica di interprete di conferenza.

Per informazioni e dettagli più specifici, infine, si consiglia di consultare il sito del Parlamento europeo.