In Europa sono due i principali modelli dell’università pubblica.

Il primo è il modello UK, con tasse molto alte che finanziano le borse di studio; il secondo è quello tedesco, che prevede quasi gratuitamente l’istruzione ai richiedenti (un esempio sono gli atenei della Danimarca: ecco quale info).

Come funziona l’università in Germania?

Uno studente universitario in Germania paga circa 300 euro a semestre, con cui ha a disposizione anche un abbonamento ai mezzi pubblici.

Una curiosità? Vista la convenienza del prezzo c’è chi si iscrive soltanto per poterne usufruire, anche senza la reale intenzione di frequentarla.

Ci si può iscrivere gratuitamente alle università tedesche?

Gli studenti internazionali hanno l’accesso gratuito alle università tedesche.

Il motivo di questa scelta così orientata verso l’internazionalizzazione della propria istruzione sta nel bisogno, della Germania, di studenti internazionali per colmare un grande buco demografico.

Proprio per attirare studenti che decidano di rimanere anche dopo gli studi, la Germania garantisce loro un visto post-laurea di 18 mesi per lavorare nel Paese (ecco come funzionano tirocini e stage in Italia).

Questa strategia produce il cosiddetto “potere morbido”.

Ossia gli studenti educati in Germania decidono spesso di lavorare per le sue aziende, internazionalizzandone ulteriormente l’economia.

Come fa la Germania a permettersi questo sistema?

Queste decisioni non sono di competenza del governo federale, ma dei singoli Lander.

Anche se c’è chi sostiene che nel lungo periodo il sistema non sarà sempre sostenibile, la tradizionale accessibilità dell’università tedesca sembra essere intoccabile.

Rispetto agli altri Paesi europei, l’università tedesca ha un basso numero di iscritti.

Inoltre, c’è da specificare che il modello tedesco offre allo studente formazione ma, spesso, non servizi di vitto e alloggio.