Università e lavoro: medici e ingegneri guadagnano più di tutti. I chimici battono i laureati in Economia

Il rapporto AlmaLaurea sulla condizione lavorativa dei laureati: ingegneri e laureati scientifici al top delle retribuzioni.

Un laureato in Giurisprudenza su 4 ancora a spasso a 5 anni dal titolo.

Medici e ingegneri al top

La laurea in Italia paga meno che altrove ma paga: secondo i dati raccolti dall’ultimo rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati, «dottori» e «dottoresse» guadagnano in media quasi il 40% in più (il 38,5%) dei semplici diplomati. Un vantaggio apprezzabile anche se significativamente inferiore alla media Ue (+52,6%). A parità di titolo, medici dentisti e ingegneri sono sicuramente quelli che se la passano meglio. Bene anche i chimici, i farmacisti e i fisioterapisti che battono i laureati in Legge. Vediamo i dati nel dettaglio.

Laureati in Giurisprudenza: 5 anni dopo, uno su 4 è ancora a spasso

Prendiamo il caso dei laureati magistrali del 2013. A cinque anni dal titolo, i laureati in ingegneria, quelli del gruppo economico-statistico e quelli delle professioni sanitarie hanno tassi di occupazione che sfiorano il 90%. Male invece i laureati dei gruppi letterario, geo-biologico e psicologico (il tasso di occupazione è inferiore all’80%). Peggio di tutti i laureati in Giurisprudenza: a 5 anni dal titolo uno su quattro è ancora a spasso.

Università e lavoro, camici bianchi tutti occupati

Tra i laureati magistrali a ciclo unico quelli del gruppo medico hanno le più elevate performance occupazionali, registrando un tasso di occupazione pari al 92,4%. Al di sotto della media, invece, di nuovo i laureati del gruppo giuridico, dove il tasso di occupazione si ferma al 76,7%.

Stipendi: anche i chimici battono i laureati in Economia

Gli ingegneri primeggiano anche quanto a retribuzioni (1.762 euro al mese netti), mentre i laureati in Economia guadagnano meno di quelli dell’ambito scientifico e chimico-farmaceutico: 1.580 euro contro rispettivamente 1.675 e 1.595 . Non raggiungono invece i 1.200 euro mensili le retribuzioni dei laureati dei gruppi psicologico e insegnamento.

Stipendi di medici e dentisti al top

Tra i magistrali a ciclo unico le retribuzioni più elevate sono percepite dai laureati del gruppo medico (2.007 euro). Più contenute quelle del gruppo giuridico, che raggiungono i 1.343 euro mensili.

Insomma, ecco qualche indicazione in più sullo stato attuale del rapporto tra università e lavoro, in Italia.

fonte: www.corriere.it

LEGGI ANCHE: A 21 anni ha visitato tutti i Paesi del mondo… ha capito tutto della vita!