Venerdì 26 ottobre sciopero generale di tutte le categorie di lavoratori, indetto dalle sigle dei sindacati di base Usi, Cub, Sgb e Sial Cobas.

L’astensione dal lavoro potrebbe causare disagi, in particolare, al trasporto nazionale a quello pubblico locale e alla scuola.

Sciopero generale trasporti: venerdì nero

Per il trasporto ferroviario, il Gruppo Fs Italiane precisa che lo sciopero avrà luogo dalle 21 del 25 ottobre alle 21 del 26 ottobre 2018.

Nella nota pubblicata sul sito di Fs è contenuto anche il rinvio alla comunicazione che spiega i servizi garantiti in caso di sciopero.

Anche Trenord comunica che giovedì 25 ottobre viaggiano regolarmente i treni già in corsa o con partenza prevista prima delle ore 21.00 e che arrivano a destinazione entro le ore 22.00.

Venerdì 26 ottobre viaggiano i treni presenti nella lista dei servizi minimi garantiti e che rientrano nelle fasce orarie garantite 6.00-9.00/18.00-21.00.

Saranno comunque rispettate le fasce orarie di garanzia dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00.

Da Italo arriva invece la lista dei treni garantiti e di quelli che invece sono a rischio ritardi o soppressione.

LEGGI ANCHE: In Italia 26.800 docenti universitari precari: prendono meno di una colf

Aerei e trasporto locale

Per il trasporto aereo, lo scioperò comincerà a mezzanotte di venerdì 26 ottobre, per 24 ore, in attesa di comunicazioni circa l’elenco dei voli garantiti.

Sul fronte del trasporto locale, le modalità dell’astensione variano da città a città.

A Milano, ad esempio, Atm ha comunicato che lo sciopero inizierà alle 8.45 e sarà sospeso alle 15, per poi riprendere alle 18 e proseguire fino alla fine del servizio

A Roma, invece, l’agenzia della mobilità ha precisato che nella Capitale l’agitazione interesserà i collegamenti Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo) e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl.

Saranno comunque in vigore le fasce di garanzia: servizio regolare fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20.

A Firenze il servizio della tramvia, la cui regolarità dipenderà dalle adesioni allo sciopero, sarà comunque garantito dalle 6.30 fino alle 9:30 e dalle 17:00 fino alle 20:00.