ATTENZIONE: Questo articolo fa parte di una serie interamente curata da Nicola Guarino e Attilio Cordaro, autori del libro Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti (disponibile su Amazon), quindi continua a seguire i prossimi articoli pubblicati ogni lunedì.

Ci capita di parlare con alcuni lavoratori che decidono per diversi motivi di iniziare un percorso universitario.

E quello che abbiamo notato in molte conversazioni con loro è che tantissimi hanno installate in testa alcune convinzioni errate molto molto dannose.

Si tratta di credenze sbagliate che derivano dal loro “status” sociale da lavoratore e che, se non prese bene in considerazione ancora prima di iniziare l’Università, rischiano di fargli prendere delle cantonate da paura e rendergli la vita davvero davvero difficile.

In questo articolo, vogliamo parlarti delle 3 cose che devi assolutamente sapere se sei un lavoratore che va all’Università per evitare di trovarti con l’acqua alla gola e imparare ad odiarla come la causa principale della tua infelicità.

Andiamo!

► Accedi Ora al Video-corso gratuito per scoprire i 3 segreti che hanno permesso a Nicola e Attilio di conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace e laurearsi velocemente e con voti: https://www.laurearsilavorando.com/video-corso-gratis/

>> Se lavori e studi e ad oggi ti scontri con tutta una serie di difficoltà nello stare al passo con le materie, allora metti le mani sul libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” in cui troverai strategie e tecniche per lasciarti alle spalle le difficoltà nello studio. Acquistalo qui! <<

Le 3 cose che devi assolutamente sapere se hai un lavoro e stai pensando di iniziare l’Università

Se sei un lavoratore che vuole intraprendere o ha già magari incominciato un percorso universitario ci sentiamo di consigliarti 3 cose che, spesso, vengono ignorate o sottovalutate.

Partiamo dalla prima!

N°1: per studiare e laurearti, devi farti il culo

Anche se hai preso l’Università per un tuo capriccio personale, perché ti piace metterti alla prova o semplicemente per un fatto di prestigio personale, questo NON mette in alcun modo in dubbio una realtà.

Che per studiare e laurearsi devi farti il culo.

E se lo fai da lavoratore-studente, ancora di più!

E infatti, a prescindere dalla facoltà che hai scelto (magari scriveremo qualche altro articolo per smontare quella maledetta convinzione bacata che molti studenti universitari hanno delle “facoltà di serie A” e “facoltà di serie B”!) un percorso universitario rimane un percorso universitario.

Ed in quanto tale, ti metterà davanti a tutta una serie di sfide, ostacoli, pressioni, difficoltà che se lo pensi come semplicemente “un passatempo”, finiranno per farti molto male.

Questo perché?

Perché ciò che pensi dell’università NON è la pura e sacrosanta realtà.

E hai praticamente scambiato una lunga traversata a piedi nel deserto sotto il sole cocente con una passeggiata in riva al mare in buona compagnia!

>> Capiamo comunque che affrontare un percorso universitario senza dei punti di riferimento è davvero difficile. Ed è per questo che abbiamo scritto il libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti”: per guidare gli studenti universitari evitando loro errori che a noi sono costati molto cari. <<

► Accedi Ora al Video-corso gratuito per scoprire i 3 segreti che hanno permesso a Nicola e Attilio di conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace e laurearsi velocemente e con voti: https://www.laurearsilavorando.com/video-corso-gratis/

N°2: inevitabilmente, anche il tuo tempo libero ne risentirà

Capiamoci.

Non vogliamo dire che NON avrai tempo libero o che dovrai necessariamente rinuciare alla tua vita sociale.

Siamo i primi a insegnare agli studenti come conciliare studio, lavoro e VITA PRIVATA (il che presuppone che alla vita privata non ci rinunci!).

Ma di certo, se rispetto al passato inserirai nella tua vita anche un’altra cosa difficile come l’Università, è chiaro che dovrai togliere un pò di tempo a tua moglie, ai tuoi figli o ai tuoi hobby.

Sembra scontato e banale, ma ti assicuriamo che per molti non lo è.

Ed è per questo che alcuni lavoratori che iniziano a studiare all’Università si sentono infelici perché si sentono schiacciati da una scelta che inizialmente non avevano valutato nel modo giusto.

Se vuoi iniziare e concludere un percorso universitario velocemente e con voti alti, il tuo tempo libero, i tuoi passatempi e il tempo che passerai con la tua famiglia diminuirà.

Prima lo capisci, prima lo accetti, prima capisci come organizzarti.

► Accedi Ora al Video-corso gratuito per scoprire i 3 segreti che hanno permesso a Nicola e Attilio di conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace e laurearsi velocemente e con voti: https://www.laurearsilavorando.com/video-corso-gratis/

N°3: anche se hai 30-40-50 anni e una posizione lavorativa già consolidata, sei uno studente universitario come tutti gli altri e un subordinato rispetto al professore

E’ allucinante come molti lavoratori che studiano all’Università sottovalutano questo aspetto!

E quando succede qualcosa che li fanno imbestialire, come per esempio il fatto che il professore più giovane di loro gli dica che se credono che riusciranno a lavorare e studiare contemporaneamente non hanno davvero capito che l’Università è una cosa seria, si ribellano e cercano di far valere l’autorità che hanno in ambito lavorativo anche col professore.

Per piacere!

NON ESISTE una cosa del genere!!!

All’Università, non importa se tu sei un dirigente della pubblica amministrazione, un amministratore delegato di una multinazionale oppure il Presidente dell’Ordine degli Avvocati.

Devi accettare il ruolo da studente che hai rivestito.

Devi accettare di essere subordinato gerarchicamente al professore, anche se è molto più giovane di te, e capire che non puoi cambiare questa cosa.

“Eh però lo stipendio del professore lo pago io con le mie tasse, QUINDI mi deve rispettare!”

Ma chi lo ha detto?

Puoi immaginare e pensare ciò che vuoi.

Puoi anche immaginare che gli asini volano, ma non è detto che lo facciano realmente.

E ammesso che fosse la realtà, questo non cambia il fatto che devi stare al tuo posto e rispettare il fatto che è lui ad essere superiore gerarchicamente a te.

Lui valuta, tu vieni valutato.

Stop.

Anche qui: prima accetti questa cosa, prima capisci come comportarti per sfruttare il tutto a tuo vantaggio.

>> Nel libro Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti c’è proprio una parte in cui ti riveliamo come crackare il codice decisionale del professore e farti mettere il voto che vuoi! <<

Conclusione

Speriamo di aver fatto finalmente chiarezza su alcuni aspetti che è fondamentale capire per un lavoratore studente.

► Accedi Ora al Video-corso gratuito per scoprire i 3 segreti che hanno permesso a Nicola e Attilio di conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace e laurearsi velocemente e con voti: https://www.laurearsilavorando.com/video-corso-gratis/

Iscriviti subito da qui!

Per oggi è tutto, ciao e alla prossima.

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo.